rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022

"Papa Bergoglio non era colluso con la dittatura militare argentina"

"Ci furono vescovi complici della dittatura ma Bergoglio no" dice il premio Nobel Esquivel

Ieri, nei minuti immediatamente successivi all'elezione del nuovo Papa, Jorge Mario Bergoglio è stato fatto oggetto di accuse sui social network di essere colluso con la dittatura militare argentina. Oggi "in suo soccorso" arriva il Premio Nobel per la pace Adolfo Pérez Esquivel, che in un'intervista alla Bbc difende il nuovo pontefice e suo compatriota: "Ci furono vescovi complici della dittatura ma Bergoglio no" dice il premio Nobel.

"Bergoglio è accusato di non aver fatto il necessario per liberare dalla prigionie due sacerdoti quando era a capo dei gesuiti argentini ma io so in prima persona che vari vescovi chiesero alla giunta militare la liberazione di sacerdoti e questa spesso non venne accordata" precisa il premio Nobel per la pace del 1980.

Attivista per i diritti umani, lui stesso vittima della giunta militare negli anni Settanta, Perez Esquivel è stata una delle figure chiave nella lotta contro la dittatura argentina.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Papa Bergoglio non era colluso con la dittatura militare argentina"

Today è in caricamento