rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021

Tenta di rapire un bambino di otto mesi in metropolitana sotto gli occhi della madre

La madre ha urlato e attirato così l'attenzione degli addetti alla sicurezza. Alcune persone hanno inseguito la ragazza bulgara, fermandola prima che raggiungesse l'uscita della stazione

Come racconta RomaToday, è successo tutto nel giro di qualche secondo.

Una donna di 36 anni residente a Vicovaro, nell'alta Valle Aniene, stava approfittando dell'attesa del proprio mezzo per cambiare il suo bambino di otto mesi su una panchina delle fermata Ponte Mammolo, linea B della metro di Roma.

I fatti risalgono alla sera dell'11 novembre. Una nomade bulgara di 25 anni ha tentato di rapire un bimbo di otto mesi dalle braccia della madre 36enne mentre quest'ultima stava cambiando il pannellino.

In base alla ricostruzione dei carabinieri, improvvisamente una mano avrebbe 'strappato' il piccolo da dove si trovava prendendolo per una gamba.

La madre ha urlato e attirato così l'attenzione degli addetti alla sicurezza. Alcune persone hanno inseguito la ragazza bulgara, fermandola prima che raggiungesse l'uscita della stazione.

Scrive RomaToday:

Il personale addetto alla sicurezza sotto la fermata della metropolitana Ponte Mammolo ha quindi allertato il 112 con una pattuglia della stazione Roma Montesacro arrivata subito sul posto. Sotto shock la madre del piccolo è stata trasportata all'ospedale assieme al neonato, che assistito dal personale del 118 non ha riportato nemmeno un graffio.

Sottoposta a fermo di polizia giudiziario dai militari dell'Arma la 25enne è stata condotta in Camera di Sicurezza. Il fermo di polizia è stato convalidato la mattina del 13 novembre e la giovane è stata associata al carcere di Rebibbia con l'accusa di "Tentato sequestro".

Fonte: RomaToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di rapire un bambino di otto mesi in metropolitana sotto gli occhi della madre

Today è in caricamento