Spiaggia "vietata" per i malati di Aids, la denuncia shock di una fondazione barese

Triste disavventura per una decina di ospiti della casa alloggio "Raggio di Sole" della Fondazione Opera Santi Medici di Bitonto che da vent’anni si occupa di persone malate di Aids.

Una spiaggia affollata a Bari, inuna foto di repertorio. ANSA/LUCA TURI

"Non so per quale ragione hanno deciso di non volerci più". Triste disavventura per una decina di ospiti della casa alloggio "Raggio di Sole" della Fondazione Opera Santi Medici di Bitonto cui è stato rifiutato l'accesso ad uno stabilmento balneare perché in cura come sieropositivi. "Gli scorsi anni gli ospiti si spostavano nelle regioni vicine per le vacanze estive, seguiti da molti operatori, ma quest’anno anche a causa dell’avanzare dell’età di molti di loro, hanno preferito restare in zona ed optare per delle strutture balneari nella vicina provincia barese, ma sono stati rifiutati."

Come spiega in una intervista realizzata da una tv locale, Fiorella Falcone, la responsabile della casa alloggio, il sospetto è che il rifiuto da parte dello stabilimento balneare sia legato al pregiudizio che si porta dietro chi vive sotto la stigma dell'Aids.

Tuttavia come testimoniano i responsabili della struttura i pazienti hanno carica virale azzerata e non possono trasmettere l'Hiv, e -ad ogni modo - è bene ricordare che in nessun caso la malattia si potrebbe trasmettere con un bagno al mare, o in piscina. Non ci si contagia con il sudore, le lacrime, l'urina o la saliva nè con il contatto fisico, baci, saliva, morsi, graffi, tosse,  bicchieri o altri oggetti, punture di insetti. Così come non lo si trasmette neanche frequentando uno stesso luogo. 

"Il nostro appello è quello di informarsi maggiormente, di essere più solidali, accoglienti. Sappiamo che è difficile far passare queste idee. Non è la prima volta che i nostri ragazzi vengono discriminati. Ricordiamo, ad esempio, quando un bar della città conservava delle tazzine specifiche per loro, un parrucchiere che si è rifiutato di acconciare i loro capelli o una mamma che si è opposta a far fare ai suoi figli la comunione in chiesa insieme a questi ragazzi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: teleregionecolor →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento