Le ragioni per sostituire lo scooter con una bicicletta elettrica

Si può sostituire un classico motorino con una moderna e-bike? Scopriamolo insieme

Continua il nostro viaggio nel mondo delle biciclette a pedalata assistita, mezzi sempre più apprezzati dal mercato che in alcuni ambiti di utilizzo possono anche sostituire un classico scooter con motore a scoppio, con vari ed interessanti vantaggi. 

Iniziamo dal risparmio economico. Una bici elettrica ha un costo più basso di un tradizionale motorino, ridottissime spese di manutenzione ed una ricarica della batteria costa pochi centesimi. Non si paga il bollo e l'assicurazione e non è obbligatorio indossare il casco. 

Una bicicletta ovviamente non inquina, con le batterie in molti casi rimovibili e ricaricabili facilmente in casa o in ufficio.

Biciclette elettriche: le risposte alle domande più comuni

Con le biciclette non si fa tanta fatica e si rimane in forma. La spinta elettrica ci aiuta, ad esempio, nelle ripartenze o in salita, non ci fa sudare e consente anche di percorrere maggiori distanze. 

Le ebike possono vantare, inoltre, un’elevata autonomia, anche di 100 chilometri con una sola carica. Sono anche mezzi facili da trasportare, in particolare i modelli pieghevoli. Modelli compatti da portare in ufficio, in casa, sui mezzi pubblici o che possono essere caricati facilmente nel baule dell'auto.

Non mancano ovviamente anche aspetti negativi, ad esempio il ridotto numero di piste ciclabili presenti nel nostro Paese. Gli scooter vantano ovviamente prestazioni più elevate, offrono una maggiore protezione dalle intemperie ed una migliore capacità di trasporto ( passeggero, bauletto, ecc). Le biciclette elettriche hanno inoltre una ridotta versatilità, non potendo ovviamente circolare nelle autostrade, nelle strade a scorrimento veloce e nelle superstrade.

Le migliori applicazioni per gli appassionati della bicicletta

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento