Sabato, 27 Febbraio 2021
Vincenzo Vespri

Vincenzo Vespri

A cura di vincenzo-vespri

Quanti morti avremo per Covid se non arrivano i vaccini in tempo?

Ieri abbiamo raggiunto il terribile dato di 100 morti per Covid ogni 100.000 abitanti. Qualora non ci vengano in aiuto i vaccini, quale potrebbe essere il tragico tributo da pagare? Purtroppo dobbiamo andare un po’ a tentoni perché la linea finora seguita a livello governativo è stata quella di mettere a disposizione della cittadinanza relativamente pochi dati sulla diffusione del Covid. Però qualcosa l’abbiamo. Ad esempio si sa è che la provincia di Bergamo è stata quella meno toccata dalla seconda ondata, quindi la percentuale di morti raggiunti a Bergamo dovrebbe essere, più o meno, la soglia della immunità di gregge.

Ora ufficialmente nella prima ondata a Bergamo abbiamo avuto 2346 morti per Covid pari al 2 per mille della popolazione. In Italia quindi raggiungeremmo l’immunità di gregge con “soli” 120 mila decessi. Ma questa osservazione si scontra con dati di fatto che dicono altre cose. Per esempio in Lombardia la mortalità ha già superato il 2 per mille (siamo al 2.28 morti per mille per l’esattezza) e il contagio non si è ancora fermato. Inoltre Brescia ha avuto, in percentuale, ufficialmente più morti di Bergamo durante la prima ondata ma non ha avuto un fenomeno di stop alla diffusione del contagio così marcato come Bergamo nella seconda ondata.

Come si spiega ciò? Una motivazione è che dal 20 febbraio al 31 marzo sono morte nella bergamasca 6238 persone di cui ufficialmente solo 2346 per Covid mentre nel 2019, nello stesso periodo, ne erano morte “solo” 1180. E da dove vengono i 2800 morti in più? Si possono ipotizzare tre possibili cause: una ulteriore mortalità associata a Covid-19 (ossia abbiamo avuto persone morte per covid ma a cui  non è stato eseguito il tampone e quindi non ne è stata attribuita la causa), una mortalità indiretta correlata a Covid-19 (decessi da disfunzioni di organi quali cuore o reni possibile conseguenza della malattia scatenata dal virus in persone non testate), ed infine una mortalità indiretta dalla crisi del sistema ospedaliero bergamasco che ha impedito la somministrazione delle cure a persone colpite da altre malattie. Quindi potenzialmente la Bergamasca ha avuto nella prima ondata sui 5000 morti per Covid pari a poco più del 4 per mille della popolazione (percentuale decisamente più alta rispetto a quella che si può ottenere per il Bresciano ripetendo lo stesso ragionamento). Il 4 per mille della popolazione italiana, però, è un numero altissimo.

Avremmo l’immunità di massa con almeno 240 mila decessi, ben 4 volte quelli che abbiamo avuto fino ad adesso…. 

Ma forse la situazione non è poi così nera. Quando l’ISTAT ha effettuato ad agosto il test di sieroprevalenza è risultato che il 24% dei bergamaschi era venuto in contatto con il virus durante la prima ondata. Quindi per raggiungere la soglia di immunità di gregge occorrerebbe che almeno 15 milioni di italiani siano contagiati. Supponendo una mortalità fra l’1 e l’1.2 per cento si avrebbero “solo” 150-180 mila morti. Non siamo, ohimè, poi così lontani da questa soglia. Alla fine della seconda ondata saremo arrivati a 70-80 mila morti (anche se la fondazione Melinda Gates prospetta per la fine di gennaio almeno 90 mila morti).

A fine della seconda ondata tutta la Lombardia (e non solo la Bergamasca) dovrebbe aver raggiunto la immunità di gregge con una mortalità pari al 3 per mille. Qualora partisse la terza ondata avremmo altri 40-50 mila morti e saremmo relativamente vicini alla quota dei 180 mila morti e anche nella peggiore delle ipotesi, almeno il Nord Italia avrebbe raggiunto l’immunità di gregge. Insomma forse siamo arrivati quasi a metà strada di questo calvario, forse siamo arrivati a un terzo. Non abbiamo dati certi per dirlo con sicurezza. Abbiamo però un’unica certezza: solo  la vaccinazione di massa, prossima e ventura, ci potrà  evitare di bere all’amaro calice di questo contagio che sembra non volerci più abbandonare.

Si parla di

Quanti morti avremo per Covid se non arrivano i vaccini in tempo?

Today è in caricamento