Domenica, 11 Aprile 2021
Roma

Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco a Nettuno: due morti

È caduto presso la scuola di volo Crazy Fly di Nettuno, sul litorale a sud della Capitale. A bordo due giovani nuotatori, per loro non c'è stato nulla da fare

Foto d'archivio

Un ultraleggero è caduto presso la scuola di volo Crazy Fly di Nettuno, sul litorale a sud della Capitale, in provincia di Roma. E' accaduto questa mattina intorno alle 10.40 e sono intervenuti i vigili del fuoco. L'aereo si è incendiato dopo l'impatto al suolo. A bordo dell'aereo c'erano due persone: sono entrambe decedute, per loro non c'è stato nulla da fare.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, arrivati in pochi minuti, con cinque mezzi, per domare le fiamme. Il velivolo era partito dalla scuola di volo di Crazy Fly di Nettuno, i problemi quando sorvolava la zona di via Avezzano. Una volta toccato terra, tra Grugnole e Acciarella, l'aereo è stato distrutto dalle fiamme e le due persone a bordo sono morte carbonizzate. Sul posto i carabinieri di Anzio e Nettuno. In quel momento, secondo una prima ricostruzione dei fatti, le condizioni meteo erano ottime: buona visibilità e leggerissimo libeccio. ?

Le due persone a bordo, morte, sono due nuotatori: il 22enne di Castrocaro Terme Fabio Lombini (In Sport / Vigili del Fuoco) e il 23enne romano Gioele Rossetti (Aurelia Nuoto).

Un nuovo incidente sui cieli di Roma dopo la tragedia di pochissimi giorni fa. Daniele Papa, 23 anni, era morto a bordo del piccolo aereo biposto precipitato nel Tevere a Roma all'altezza di via Vitorchiano, in zona Due Ponti.

Roma, aereo biposto precipita nel Tevere

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco a Nettuno: due morti

Today è in caricamento