rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
TORINO

Farmaci ai suoceri per ucciderli: arrestata per tentato omicidio

È successo a Venaria Reale, nel torinese. Il marito della donna sarebbe stato all'oscuro di tutto

TORINO - I rapporti con i suoceri erano sempre stati tesi e difficili. Così una donna di 35 anni di Venaria avrebbe tentato di ucciderli, avvelenando il loro cibo. Per farlo avrebbe usato dei farmaci metabolici che lei stessa assumeva per dimagrire e che in poco tempo le avevano fatto perdere una ventina di chili. Farmaci che per i due anziani potevano essere letali, provocando collassi o blocchi renali. Qualcuno però se n'è accorto e ha dato l'allarme.

La donna, che fino ad ora non aveva mai avuto alcun problema con la giustizia, è accusata di tentato omicidio continuato. Ancora sconosciuti i dettagli dell'inchiesta. I suoceri sarebbero fuori pericolo e non avrebbero subito conseguenze dall'avvelenamento. Il marito della donna e figlio dei due anziani sarebbe stato all'oscuro di tutto. 

Al momento l'avvocato della donna non ha rilasciato dichiarazioni ma, come scrive La Stampa, "l'ipotesi è quella di una linea difensiva volta a dimostrare che, da parte della giovane donna, non c'era nessuna volontarietà di provocare un danno alla salute dei suoceri. Ma solo gesti e azioni causati da uno stato di malessere, forse non compreso nella giusta dimensione". (da TorinoToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmaci ai suoceri per ucciderli: arrestata per tentato omicidio

Today è in caricamento