rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Milano

Anziano ucciso in casa con una motosega: fermato il presunto omicida

L'aggressore aveva bucato la porta d'ingresso con una motosega usata poi contro lo stesso proprietario dell'appartamento, Pierantonio Secondi, 82 anni. Sul pianerottolo il foglio con la "confessione"

È stato individuato ed è sotto interrogatorio il 35enne romeno presunto omicida dell'82enne Pierantonio Secondi, ucciso ieri sera nel suo appartamento in zona Porta Romana a Milano. L'uomo, che è stato rintracciato dai carabinieri in una farmacia in cui lavora è ora interrogato dal pm Elio Ramondini.

Omicidio Milano, ultime notizie

Alcune mail stampate con una sorta di "confessione" erano state trovate sulla scena del crimine e avevano messo gli inquirenti sulle sue tracce. L'uomo, identificato come l'unico aggressore ad agire, sarebbe riuscito a entrare in casa della vittima bucando la porta d'ingresso con una motosega. Poi una volta all'interno avrebbe colpito l'anziano con due coltelli da cucina e, dai primi rilievi, anche con la stessa motosega. Dopo l'assassinio, il killer sarebbe fuggito dallo stesso foro - una sorta di quadrato - creato nella porta di casa dell'anziano.

Secondo le prime informazioni filtrate, l'ipotesi è che dietro l'omicidio - efferato e cruento - potrebbero esserci questioni legate a un rapporto molto complicato tra l'82enne e un uomo molto più giovane di lui.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano ucciso in casa con una motosega: fermato il presunto omicida

Today è in caricamento