rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Latina

Il "furbetto" del reddito di cittadinanza che fa lo skipper sulle barche a vela

È stata inviata una segnalazione all'Inps per l'immediata interruzione dell'erogazione del sussidio, e per l'avvio delle procedure per il recupero delle somme indebitamente percepite (pari a circa 5.700 euro)

Dal mese di gennaio 2022 percepiva indebitamente il reddito di cittadinanza mentre svolgeva in nero l'attività di skipper su barche a vela a noleggio, secondo le accuse. Gli accertamenti della sezione operativa navale della guardia di finanza (Roan) di Gaeta, dopo un controllo in mare nelle acque dell'isola di Ponza effettuato la scorsa estate assieme all'ispettorato territoriale del lavoro di Latina, hanno portato all'individuazione dell'uomo e alla sua segnalazione all'autorità giudiziaria.

L'uomo, impiegato come lavoratore in nero per una società di noleggio, sarebbe anche rappresentante legale e socio amministratore di due società di capitali, sempre secondo le accuse. I militari hanno inviato anche una segnalazione all'Inps per l'immediata interruzione dell'erogazione del beneficio e per l'avvio delle procedure per il recupero delle somme indebitamente percepite, pari a circa 5.700 euro. L'attività rientra nei controlli effettuati durante l'estate, in mare, dai reparti del Roan Civitavecchia.

"Si tratta di un tipico esempio della trasversalità dei controlli della guardia di finanza - si legge in una nota - che partendo da un semplice controllo a mare riesce a verificare la posizione fiscale delle persone interessate, smascherando false dichiarazioni finalizzate a percepire indebitamente un aiuto dello Stato, rivolto a persone svantaggiate e bisognose". I risultati degli accertamenti fiscali vengono incrociati con le banche dati dell'Inps e dell'Agenzia delle entrate.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "furbetto" del reddito di cittadinanza che fa lo skipper sulle barche a vela

Today è in caricamento