rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Chieti

Bugie sugli esami, studente universitario si suicida

A trovare il corpo del giovane è stata la sorella

Uno studente universitario di 29 anni è stato ritrovato morto nella sua casa di Chieti Scalo dalle parti del villaggio mediterraneo nella tarda serata di mercoledì 5 aprile. Il corpo senza vita del 29enne, nato a Manduria in Puglia ma originario di Oria in provincia di Brindisi, è stato ritrovato dalla sorella che viveva insieme a lui. Il giovane si sarebbe tolto la vita affidando le motivazioni dell'estremo gesto alle pagine di un block notes. 

La sorella ha immediatamente allertato il 118 ma i soccorritori giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare l'ormai avvenuto decesso. Le motivazioni che hanno portato al suicidio sarebbero da ricondurre a un rendimento accademico non soddisfacente e alle bugie raccontate ai genitori sugli esami universitari in realtà non superati o non affrontati. Purtroppo non è il primo caso del genere, probabilmente a volte i giovani si fanno carico di troppe aspettative che poi una volta deluse possono portare a stati di insoddisfazione e nei casi più gravi a casi depressione che possono sfociare in tragedie. Ci si può solo stringere intorno al dolore della famiglia per una vita spezzata troppo prematuramente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bugie sugli esami, studente universitario si suicida

Today è in caricamento