rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
L'indagine sul corpo / Modena

Giovanni Iacconi trovato morto sotto al letto: autopsia rafforza ipotesi strangolamento

C'è un indagato, un brasiliano di 33 anni amico della vittima

Giovanni Iacconi potrebbe essere morto per strangolamento o strozzamento. A rafforzare l’ipotesi di omicidio il primo esame sul corpo del 54enne di Fiorano trovato morto il 20 gennaio in una casa di sua proprietà a Pavullo, una sorta di seconda casa sull’Appennino modenese. Dall’indagine sul corpo è emersa una rottura dell'osso ioide.

Il medico legale nominato dalla procura modenese si è preso 90 giorni di tempo per svolgere tutte le analisi necessarie per arrivare a una conclusione, comprese quelle tossicologiche. Il corpo di Giovanni Iacconi è stato trovato dal fratello sotto il letto, avvolto in un lenzuolo, in avanzato stato di decomposizione. La morte risaliva a parecchi giorni prima, forse addirittura settimane. Era scomparso da inizio gennaio, i familiari ne avevano segnalato la scomparsa alle autorità ma avevano pensato a un allontanamento volontario.

L'uomo trovato morto sotto al letto: il corpo decomposto, l'amico in fuga e il tragico sospetto

Un amico brasiliano della vittima è stato iscritto nel registro degli indagati ma potrebbe trovarsi all'estero. È indagato per omicidio aggravato, occultamento di cadavere e indebito utilizzo di carte di credito. Sembra che il trentenne su cui si sono concentrate le attenzioni degli inquirenti ultimamente vivesse con Giovanni Iacconi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Iacconi trovato morto sotto al letto: autopsia rafforza ipotesi strangolamento

Today è in caricamento