rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca / Torino

La strage di Rivarolo Canavese: pensionato uccide moglie, figlio e proprietari di casa, poi si spara

Non sono ancora stati chiariti i motivi del gesto. A dare l'allarme è stata la figlia dei proprietari dell'appartamento. La ricostruzione di quanto avvenuto

Tragedia in un appartamento di Rivarolo Canavese, nel Torinese, al quinto piano di un condominio di Corso Italia. Nella notte - poco dopo le tre - i carabinieri hanno scoperto quattro persone morte. Quattro omicidi e un tentato suicidio. A sparare è stato Renzo Tarabella, pensionato di 83 anni, che ha ucciso la moglie Rosaria Valovatto, 79 anni, il figlio disabile psichico Wilson Tarabella, 51 anni, e la coppia di proprietari dell'appartamento in cui abitava e residenti al piano di sopra, Osvaldo Dighera di 74 anni e Liliana Heidempergher, 70enne.

La strage di Rivarolo Canavese

Quando ha visto i militari arrivare, l'uomo ha fatto fuoco contro se stesso ed è stato poi trasportato all'ospedale Giovanni Bosco di Torino, dove si trova in condizioni gravissime e piantonato dai carabinieri. Per l'omicidio è stata utilizzata una pistola regolarmente detenuta. Le ragioni che hanno portato alla strage sono ancora da accertare: gli investigatori stanno ascoltando vicini e parenti delle persone coinvolte. È verosimile che la strage sia avvenuta alcune ore prima rispetto al ritrovamento dei corpi, visto che è stata la figlia dei coniugi Dighera-Heidemperger a dare l'allarme intorno a mezzanotte perché da ore non sentiva i genitori.

Secondo i primi riscontri, nella serata di ieri Renzo Tarabella avrebbe prima ucciso il figlio e poi la moglie. I vicini-proprietari di casa, sentendo le urla e gli spari, sarebbero scesi a vedere che cosa stesse succedendo. L'anziano, trovandoseli davanti, avrebbe fatto fuoco uccidendo anche loro. Poco dopo la loro figlia ha dato l'allarme poiché non li sentiva ed era andata a controllare: non li aveva trovati nel proprio appartamento. Probabilmente è stata fortunata a non incontrare Tarabella sulla propria strada, altrimenti avrebbe senz'altro corso un grave pericolo.

Renzo Tarabella è in ospedale

I carabinieri, intervenuti nel palazzo, hanno suonato a tutti i citofoni e si sono resi conto che, a parte i coniugi scomparsi, l'unica famiglia che non rispondeva era quella di Tarabella. Così hanno chiamato i vigili del fuoco per entrare nell'appartamento. A quel punto l'anziano ha rivolto la pistola contro se stesso e si è sparato in bocca. Ora l'83enne è in prognosi riservata, piantonato all'ospedale San Giovanni Bosco di Torino.

renzo tarabella rivarolo canavese-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La strage di Rivarolo Canavese: pensionato uccide moglie, figlio e proprietari di casa, poi si spara

Today è in caricamento