rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Donna

Mammografia in diretta tv svela il cancro di una giornalista

L’americana 40enne Amy Robach della tv Abc si è sottoposta all’esame per ‘dare il buon esempio’ ed è così che ha salvato la sua vita

Il bello e - è il caso di dire- il brutto della diretta, Amy Robach, giornalista della rete televisiva americana ABC News, lo ha provato sulla propria pelle durante il programma «Good Morning America», quando ha eseguito una mammografia come gesto esemplare in occasione del mese di ottobre, dedicato alla prevenzione del tumore al seno, e ha scoperto di avere un tumore al seno. 

"Non volevo farlo”, ha raccontato la donna, moglie dell’attore Andrew Shue e madre di cinque bambini, “Mangio correttamente, faccio regolarmente ginnastica, mi prendo cura di me stessa e non ho una storia familiare segnata dal cancro: perché dovevo fare una mammografia a soli 40 anni?".

“Quando mi hanno convinto e ho finalmente accettato”, continua la Robach, “non immaginavo neppure lontanamente che la prima vita salvata sarebbe stata la mia. Martedì primo ottobre ho eseguito la mia prima mammografia davanti a milioni di persone. Qualche settimana dopo mi hanno chiamato per ritirare il referto e, in pochi minuti, mi si è fermato il respiro: mi hanno diagnosticato un tumore al seno e i medici mi hanno detto che l’esame fatto durante lo show mi ha salvato la vita”.

Per i suoi sostenitori, la mammografia è il modo migliore per identificare un tumore prima che divenga sintomatico, permette che le cure siano meno invasive e che le possibilità di guarire sfiorino il 95 per cento, mentre chi è contrario si basa soprattutto sul fatto che lo screening comporta troppo spesso falsi allarmi, stress, diagnosi e cure in eccesso. 

Tuttavia, gli esiti delle ultime ricerche sostengono chi incoraggia a sottoporsi costantemente alla mammografia come esame di screening anche prima dei 50 anni, considerando che con una diagnosi tempestiva spesso può bastare il solo intervento chirurgico a salvare la vita delle pazienti e che, sebbene il carcinoma mammario sia più frequente sopra i 40 anni, l’incidenza nelle 40enni appare in crescita, un po’ per il cambio nelle abitudini riproduttive (si stima ci sia un aumento del rischio legato al posticipare la gravidanza), in parte proprio per via dell’anticipazione della diagnosi grazie agli esami di prevenzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mammografia in diretta tv svela il cancro di una giornalista

Today è in caricamento