Non è italiana: niente gare di nuoto per una bambina di 10 anni

La Federazione Italiana Nuoto impedisce ad una ragazzina di partecipare alle gare perché figlia di genitori nordafricani

Niente gare di nuoto sincronizzato per una piccola promessa dello sport di Camposampiero, in provincia di Padova: anche se nata e cresciuta in Italia dieci anni fa, per la burocrazia resta una straniera, perché figlia di genitori nordafricani.

Il Mattino di Padova spiega che la ragazzina gareggia per la locale società «Il gabbiano» che, alle soglie del debutto agonistico nel team di nuoto, l’ha costretta a restare sui blocchi di partenza, proprio per le sue origini.
Il padre, intregrato da 12 anni, ha tentato di trovare uno spiraglio nella normativa inflessibile, facendo tempestiva richiesta di cittadinanza, ma neppure il sindaco Mirko Patron ha potuto intercedere. “È una strada lunga - ha spiegato il primo cittadino - come Comune non possiamo intervenire”. 

E il padre stesso adesso sembra intenzionato a interrompere i rapporti con la società, sebbene questa convochi la figlia ad ogni trasferta e la schieri come riserva, senza però farla mai scendere in acqua. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • SuperEnalotto, estratto un 5+1 da mezzo milione di euro. I numeri vincenti di Lotto e 10eLotto

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 14 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 16 al 22 settembre 2019

Torna su
Today è in caricamento