rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
La dichiarazione / Russia

Il padre del disertore russo ucciso in Spagna: "Me lo aspettavo, è un Giuda"

Maksim Kuzminov si era consegnato all'esercito di Kiev l'estate scorsa e si era rifugiato ad Alicante. Per la sua famiglia è un traditore

Non ha usato certo parole affettuose in memoria del figlio il padre di Maksim Kuzminov, il giovane pilota russo che aveva disertato la scorsa estate, e che è stato ritrovato morto in Spagna a metà febbraio, molto probabilmente per mano di un killer assoldato da Mosca. Oleg Sivaev, questo il nome dell'uomo, ha definito Maksim un "Giuda", senza mezzi termini.

Kuzminov, pilota di elicotteri dell'armata russa, ha disertato nell'agosto 2023, guidando il suo velivolo (un Mi-8) oltre le linee del fronte in Ucraina e consegnandosi alle autorità di Kiev. I media ucraini hanno diffuso le immagini della resa del giovane invitando anche gli altri militari russi a deporre le armi. Il 13 febbraio il suo cadavere era stato rinvenuto a Villajoyosa, nei pressi di Alicante, dove viveva in incognito. A ucciderlo un colpo di pistola. 

"Ovviamente mi aspettavo che gli succedesse", avrebbe dichiarato ai media russi il padre, Oleg Sivaev, secondo quanto riportato dal sito Politico, che tuttavia non ha potuto verificare direttamente la sua identità. E sul gesto del figlio avrebbe aggiunto che "un traditore è un traditore": "Ho sentito che si è comportato come un Giuda, e allo stesso tempo mi dispiace per lui che ha barattato se stesso per degli spiccioli. Ha tradito la sua patria, i suoi cari".

Fonti dei servizi segreti spagnoli hanno accusato il Cremlino di aver orchestrato l'omicidio di Kuzminov.

Continua a leggere sulla sezione Esteri di Today.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il padre del disertore russo ucciso in Spagna: "Me lo aspettavo, è un Giuda"

Today è in caricamento