rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Il giallo / Australia

Melissa, il giallo della truffatrice scomparsa nel nulla: trovato sulla spiaggia il piede decomposto

La donna avrebbe sottratto quasi 30 milioni di euro dai suoi clienti, prima di far perdere le sue tracce. Per il medico legale è morta, ma i dubbi restano. E alimentano teorie e dibattiti

Che fine ha fatto Melissa Caddick? È la domanda che da due anni e mezzo circola su media e social australiani, tra tesi contrastanti e a volte stravaganti, testimoni controversi, e un macabro indizio su cui ruota il mistero irrisolto: un piede in decomposizione trovato in una spiaggia. L'unica certezza è che la donna era una truffatrice, e che la scomparsa è avvenuta proprio nel momento in cui le autorità stavano per svelare gli schemi usati da questa consulente finanziaria di 49 anni per aggirare le sue vittime.

Caddick è scomparsa  ufficialmente nel novembre 2020. Pochi giorni prima, la polizia si era presentata a casa sua, a Sidney, per cercare prove di una presunta truffa (poi rivelatasi vera) che la donna aveva orchestrato ai danni dei suoi clienti. Una sorta di "schema Ponzi": la consulente otteneva i risparmi dai suoi clienti sostenendo di investirli in titoli e pagando dividendi promettenti. Quei dividendi, però, non erano il frutto di investimenti andati a buon fne, ma solo il denaro ottenuto da nuovi clienti, attratti dal passa parola sui mirabolanti successi di Caddick. 

Del resto, le vittime facevano parte di una cerchia di parenti e amici, che si è man mano allargata nel tempo. Secondo gli inquirenti, la donna sarebbe riuscita a rubare circa 28 milioni di euro a più di 60 clienti. Soldi che usava per finanziare uno stile di vita lussuoso, che a sua volta le consentiva di farsi pubblicità, di mostrarsi una consulente di successo, e ottenere così nuovi contratti di consulenza. 

La truffa è l'unica certezza assodata in questa vicenda. In realtà, anche la sua morte dovrebbe essere certa, stando alle conclusioni delle analisi condotte su un piede ritrovato mesi dopo su una spiaggia di Sidney all'interno di una scarpa: secondo il medico legale, il piede appartiene a Caddick e il tipo di amputazione sarebbe incompatibile con la sopravvivenza della donna a tale ferita. "La conclusione che ho raggiunto è che Melissa Caddick è deceduta. Tuttavia, non ritengo che le prove consentano di stabilire come sia morta, o quando e dove sia successo", ha scritto il medico Elizabeth Ryan.

Il fatto che il piede fosse in stato di decomposizione, però, lascia margini di dubbio. Che gli appassionati al caso, più o meno esperti di medicina legale, hanno riempito con diverse teorie. A infittire il mistero è l'atteggiamento del marito della donna, tale Anthony Koletti, parrucchiere e dj part-time, che ha impiegato più di 30 ore prima di denunciare la scomparsa della moglie. L'uomo si è poi più volte contraddetto nel ricostruire gli ultimi giorni in cui ha visto la moglie a casa, mentre un investigatore che ha seguito il caso ha sottolineato come Koletti sembrasse poco preoccupato per le sorti della donna. L'inchiesta della polizia, che secondo gli avvocati di alcune vittime della truffa è stata lacunosa, ha anche scoperto che Koletti ha inviato diversi messaggi dal telefono della moglie fingendo di essere lei.

Che fine ha fatto, dunque, Melissa Caddick? Una teoria che circola sui social è che la donna abbia orchestrato, grazie al marito, una sceneggiata per far credere di essere morta. Gli inquirenti, invece, credono che l'ipotesi più probabile è che la consulente finanziaria si sia tolta la vita dopo aver appreso che la polizia stava scoprendo la sua truffa, gettandosi in mare. Il piede ritrovato potrebbe essersi staccato dal corpo, o perché ha sbattuto sulle rocce (in un corpo in decomposizione può accadere) o per l'azione degli squali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melissa, il giallo della truffatrice scomparsa nel nulla: trovato sulla spiaggia il piede decomposto

Today è in caricamento