rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
i dati aggiornati / Ucraina

Zelensky: "I soldati ucraini caduti sono 31mila, non 300mila come dice Putin"

Per la prima volta il presidente ucraino ha reso noto il numero dei militari morti dall'inizio dell'invasione russa, Il New York Times citando fonti Usa aveva parlato di 70mila vittime

Sarebbero 31mila i militari ucraini morti dall'inizio dell'invasione russa, un numero alto ma comunque molto più basso di quelli che sono stati ipotizzati finora. A fare questo bilancio è stato il presidente Volodymyr Zelensky, che per la prima volta ha divulgato questa informazione sensibile, e che fino ad ora è stata tenuta segreta. Sono passati due anni dall'inizio dell'invasione su vasta scala da parte della Russia di Vladimir Putin, iniziata il 24 febbraio 2024. Determinare con precisione il numero delle vittime è sempre stato difficile, con entrambi gli schieramenti che forniscono poche informazioni per mantenere alto il morale delle truppe e dell'opinione pubblica, e per non dare informazione delicate all'avversario.

Le stime fornite da Zelensky confermerebbero quelli pubblicate dall'organizzazione indipendente ucraina Book of Memory, che monitora i presunti crimini di guerra compiuti dalle truppe di Mosca. "31mila soldati ucraini sono stati uccisi in questa guerra. Non 300mila, non 150mila", e Putin "sta mentendo" rispetto alle cifre, anche se "comunque, questa è una grande perdita per noi", ha detto Zelensky. L'Ucraina non ha dato un numero alle sue perdite militari dalla fine del 2022, quando l'assistente presidenziale Mykhailo Podolyak disse che 13mila soldati ucraini erano stati uccisi dall'invasione del 24 febbraio.

Un'inchiesta del New York Times di agosto citava funzionari statunitensi che stimavano il bilancio delle vittime ucraine vicino ai 70mila morti. Lo stesso rapporto affermava che durante la guerra erano morte ben 120mila truppe russe. Zelensky ha dichiarato ai giornalisti che sarebbero ora 180mila i russi uccisi.Tutte cifre difficilissime da confermare in maniera indipendente.Zelensky non ha però specificato il numero di feriti o dispersi. "Non voglio far sapere ai russi quanti sono fuori dal fronte di guerra", ha dichiarato in conferenza stampa.

Poche informazioni ufficiali sulle vittime sono state invece rilasciate dalla Russia, con i dati più recenti diffusi dal ministero della Difesa nel gennaio 2023. I media controllati dal Cremlino cercano di far credere che Mosca non stia subendo perdite significative tra le sue truppe. Tuttavia, secondo il leader ucraino, tra le forze di Putin ci sarebbero 180mila morti e 320mila feriti. Questi numeri però contrastano anche con le stime dell'intelligence statunitense, secondo cui i morti e feriti potrebbero ammontare a 315mila su un totale di 617mila militari attivi in Ucraina.

Zelensky ha anche esortato gli alleati occidentali a procedere con la consegna delle armi e dei finanziamenti promessi. "I ritardi significano perdita di tempo, e perdere tempo significa perdere vite umane”, ha detto. "Se rimaniamo forti e ben equipaggiati, non perderemo questa guerra", ha affermato con fiducia. "Vinceremo. Ogni passo indietro di Putin avrà un impatto significativo sulla sua società". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zelensky: "I soldati ucraini caduti sono 31mila, non 300mila come dice Putin"

Today è in caricamento