rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Motori e mobilità

Renault e Nissan ridefiniscono i parametri dell'Alleanza

I nuovi accordi sono in fase di finalizzazione e la transazione sarà sottoposta a previa approvazione dei Consigli di Amministrazione dei due Gruppi

Cambiano gli equilibri dell'Alleanza tra Renault e Nissan. Le due case automobilistiche lunedì hanno annunciato il nuovo accordo ritenuto un passo importante nel rilanciare il loro sodalizio ventennale.

L'accordo, in preparazione da mesi e ancora soggetto all'approvazione del consiglio di amministrazione, vedrà Renault ridurre le sue partecipazioni in Nissan al 15% da circa il 43%. Le linee guida del nuovo accordo prevedono il rilancio della partnership con progetti operativi a forte creazione di valore, a cui si aggiungono orogetti chiave in America Latina, India ed Europa, che si svilupperanno su tre assi: mercati, veicoli e tecnologie.Il nuovo accordo, inoltre, prevede l'impegno di Nissan a investire nell'ammiraglia elettrica di Ampere, il pure player del settore elettrico e del software fondato dal Gruppo Renault, che era l'obiettivo principale del gruppo francese.

Con i nuovi equilibri, il Gruppo Renault e Nissan manterrebbero una partecipazione incrociata del 15%, con un impegno di lock-up e un obbligo di massimale delle partecipazioni. Sarebbero entrambe in grado di esercitare liberamente i diritti di voto connessi alla partecipazione diretta del 15%, con un tetto massimo del 15%.

Il Gruppo Renault trasferirebbe il 28,4% delle sue azioni Nissan in un fondo fiduciario francese, in cui i diritti di voto sarebbero “neutralizzati” per la maggior parte delle decisioni, ma in cui i diritti economici (dividendi e proventi dalla vendita delle azioni) andrebbero sempre interamente a vantaggio del Gruppo Renault fino alla vendita delle azioni stesse. Il Gruppo Renault impartirebbe al fondo fiduciario l’ordine di vendere le azioni Nissan con un processo ordinato e organizzato, se le condizioni economiche risultassero ragionevoli per il Gruppo Renault, ma non avrebbe l’obbligo di venderle entro un lasso di tempo specifico e predeterminato. L’Alliance Operating Board continuerebbe ad essere l’organo di coordinamento.

Gli accordi sono in fase di finalizzazione e la transazione sarà sottoposta a previa approvazione dei Consigli di Amministrazione del Gruppo Renault e di Nissan.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renault e Nissan ridefiniscono i parametri dell'Alleanza

Today è in caricamento