Mercoledì, 12 Maggio 2021
L'opinione di Donatella Polito

L'opinione di Donatella Polito

A cura di Donatella Polito

Beato quel Sanremo che sarà condotto dalle donne

Matilda De Angelis ed Elodie al Festival di Sanremo 2021

Capaci, le donne, lo sono da sempre. Chi più, chi meno, sa fare e sa dire, è in grado di dominare un palcoscenico come di svolgere i suoi compiti alla scrivania di un ufficio; è madre, moglie, professionista esattamente come lo è un uomo, padre, marito, lavoratore. E’ un dato di fatto, è così che va da sempre, da che mondo è mondo, e non ci vuole certo il Festival di Sanremo per ricordarcelo a qualche giorno da una Festa che torna, anche quest’anno, per dirci quanto l’universo ci vuole bene e quanto sia fiero di noi. 

Che una giovane attrice come Matilda De Angelis abbia tutte le qualità per eccellere non dovrebbe stupire più di tanto. Che sappia reggere la scena con la stessa padronanza di un conduttore navigato come Amadeus, che sia dotata di una voce tale da duettare con un altro mattatore del calibro di Fiorello, che sappia ridere e scherzare, raccontarsi e presentare, dovrebbe essere solo constatato, non esaltato quale mirabolante scoperta. Matilda è la norma, non l’eccezione.

Come lo è Elodie che, nel corso di una serata che l’ha vista artista a tutto tondo, ha confermato ancora (nel caso ce ne fosse bisogno) che il talento femminile non è straordinario, è regola tanto quanto quello maschile. Che la bellezza non (de)finisce la femminilità, ne è dettaglio. Che gambe slanciate e fisico statuario possono anche essere il supporto di un cervello che ragiona e di una sensibilità che emoziona, non solo spettacolo finalizzato al mero godimento visivo.

Bella davvero sarà l’Italia nell’anno in cui il suo evento mediatico per eccellenza sarà condotto e diretto da donne che, in conferenza stampa, annunceranno uomini come ospiti e super ospiti: infermieri, giornalisti, promettenti attori, modelli, tutti gentilmente invitati sul palco nel corso delle cinque serate per raccontare la loro storia ed essere da esempio alle giovani generazioni. Così, intanto, li sogniamo, mentre scendono da quella famosa scalinata e loro, le conduttrici, ad aspettarli giù, sul palco, incantate come da un sogno che magari si avverasse.… 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Beato quel Sanremo che sarà condotto dalle donne

Today è in caricamento