rotate-mobile
Mercoledì, 26 Giugno 2024
Caos Pdl

Gli ex An allo scontro: "Per favore, basta...tette finte"

Dalle dimissioni della Polverini fino al 'lato b' di Nicole Minetti che sfila in passerella, in casa Pdl ogni caso va bene per provare a conquistare pezzi di partito. L'ultimo attacco arriva dal Secolo d'Italia: "Cambiare, ma che non sia solo altra chirurgia plastica"

Non solo Polverini. Lo scontro all'interno del Pdl va ben oltre lo 'scandalo Lazio' e arriva fino allo 'scandalo sfilata'.

Parliamo, ovviamente, della sfilata di costumi da bagno che ha visto come protagonista la consigliera regionale della Lombardia Nicole Minetti.

Ed è proprio con la foto del 'lato b' della consigliera in primo piano che oggi apre il giornale del Pdl, il Secolo d'Italia, diretto dall'onorevole Marcello De Angelis.

Nel giorno delle dimissioni di Renata Polverini la prima pagina dell'ex quotidiano di Alleanza Nazionale - transitato dopo la 'fusione' sotto la guida berlusconiana - è infatti dedicata alla bella Nicole.

Ma non si tratta di un omaggio, bensì di un attacco contro il centrodestra. Titolo: "Per favore, BASTA". "Tutti dicono che è ora di cambiare" si legge nell'occhiello. E allora facciamolo. Alfano è il segretario, prenda l'iniziativa".




L'accusa proveniente dagli ambienti 'più a destra' del Pdl (De Angelis era un 'cuore nero', extraparlamentare di Terza posizione, poi An grazie all'amico Gianni Alemanno) è ai vertici del partito. "Basta con la politica dei nasi finti, delle tette finte, dei cuori finti e dei curricula finti" urla il Secolo. Quindi l'urlo di orgoglio e onore: "Meglio essere odiati per ciò che si è che disprezzati per ciò che non si è mai stati". E ancora: "Questa è l'occasione di finirla con questa stagione imbarazzante per tutti e ricominciare da capo". Infine, l'avvertimento: "Ma che non sia solo (altra) chirurgia plastica".

Per Marcello De Angelis (da inquadrare oggi nella corrente di Matteoli - ala destra-destra del Pdl) il 'lato b' di Nicole Minetti - misto alle ostriche e allo champagne della regione Lazio - è davvero troppo.

Nicole Minetti per Parah



"I popoli non seguono chi fa i discorsi" spiega nel suo editoriale il direttore "ma chi li guida su un'altra strada". E così il giornale del Pdl, nel giorno delle dimissioni di Renata Polverini, diventa il megafono in cui si sfogano, in un forum, quattro 'big' del partito: Fabio Rampelli, Andrea Augello, Carlo Ciccioli e Giuseppe Scopelliti.

Due 'romani', Rampelli e Augello, artefici della candidatura di Gianni Alemanno. Un presidente di Regione, Scopelliti, governatore della Calabria. Un parlamentare, Carlo Ciccioli. Tutti e quattro, bisogna sottolineare, ex Msi e poi ex Alleanza Nazionale.

Più che il giornale del Pdl, il Secolo è - oggi più che mai - il giornale di An. Il giornale di chi sostiene che "va cambiato il sistema politico". Di chi può oggi asserire che "è dal '94 che i partiti non funzionano più". 1994. L'anno di nascita di Alleanza Nazionale. L'anno che sancì la fine del Movimento sociale italiano.

1994. Un anno drammatico per i nostalgici della Fiamma. Oggi pronti a tornare indietro di 18 anni pur di potersi staccare dal Pdl usando come scusa anche il 'lato b' di Nicole Minetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli ex An allo scontro: "Per favore, basta...tette finte"

Today è in caricamento