rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica / Pesaro e Urbino

Urbino, Sgarbi si dimette da assessore: "colpa" dell'albero di Natale

Il critico, assessore alla Cultura del comune marchigiano, si è dimesso: colpa delle "brutte" decorazioni natalizie

Anche da un letto d'ospedale Vittorio Sgarbi non smette di stupire. Il critico d'arte ha rassegnato le dimissioni da assessore alla Rivoluzione, alla Cultura e all'Agricoltura di Urbino, carica ricoperta dal giugno del 2014.

"Essendo venute a mancare - osserva Sgarbi - le regole elementari di lealtà e di rispetto delle deleghe (fra le quali quella al centro storico), pertinenti al mio ruolo a Urbino, ed essendo stata lesionata l'organica alleanza che, con i 'Verdi articolo 9', mi vedeva nell'amministrazione di Urbino, ho deciso di rassegnare le mie dimissioni, non potendo condividere contraddittorie scelte politiche e violazioni della legalità".

A incrinare il rapporto tra Sgarbi e il sindaco Maurizio Gambini, fa sapere l'entourage del critico d'arte, c'è la scelta del vice sindaco Maria Francesca Crespini di far installare, in Piazza della Repubblica, nel cuore del centro storico, e cioè in un'area sottoposta al vincolo di tutela, una installazione impropriamente definita "albero di Natale", che Sgarbi ha subito bollato come "una inutile bruttura immorale", spiegando che se non fosse stata tolta, si sarebbe dimesso, anche in ragione del fatto che non è stata mai autorizzata dal suo assessorato, competente alla tutela dell'importante centro storico marchigiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urbino, Sgarbi si dimette da assessore: "colpa" dell'albero di Natale

Today è in caricamento