Giovedì, 17 Giugno 2021

Energy drink ritirati dal mercato, è polemica: "All'interno arsenico prodotto in Cina"

I fatti risalgono a mesi fa. Pesanti le accuse all'Olanda: "In Italia la segnalazione della lista di distribuzione è pervenuta con notevole ritardo, esponendo in tal modo i consumatori al rischio di assunzione"

Alcuni lotti di energy drink Monster sono stati ritirati dal mercato mesi fa, ma le polemiche divampano solo ora. Il motivo del ritiro? Avevano al loro interno arsenico prodotto in Cina. Il ministero della Salute ha tolto dal commercio ben quattro lotti distribuiti in cinque regioni (Lazio, Lombardia, Puglia, Toscana e Veneto.

Pesanti le accuse all'Olanda: "In Italia la segnalazione della lista di distribuzione è pervenuta con notevole ritardo, esponendo in tal modo i consumatori al rischio di assunzione". Il ministero italiano si è mosso in fretta, appena ha ricevuto le informazioni sulla distribuzione dei prodotti non conformi le ha comunicate agli assessorati alla Sanità delle regioni coinvolte per consentire la verifica del ritiro.

I fatti risalgono a qualche mese fa ma la polemica si è inasprita in questi giorni, soprattutto perché dall'Italia si vuole fare chiarezza.

Le lattine ritirate sono quelle con la dicitura “Monster Energy Green, Lotti LE1406D TT:TT e LE1431D TT:TT”, “Monster Energy Absolutely Zero, Lotto LE1419D TT:TT” e “Monster Energy Rehab, Lotto LE1429D TT:TT”.

Il Fatto Quotidiano racconta dei ritardi che ci sono stati nelle comunicazioni ufficiali.

Il dicastero della Salute ha fatto sapere che l’11 luglio 2014 le autorità belghe hanno notificato la presenza di arsenico proveniente dalla Cina e poi entrato tramite l’Olanda nel mercato comunitario. A questo punto sono passati sette mesi (27 febbraio 2015) prima che le autorità olandesi comunicassero ai punti di contatto europei le liste di distribuzione delle bibite in questione.

Impossibile sapere al momento la concentrazione di arsenico nelle bevande. In ogni caso "il contaminante contenuto nell’additivo -  dicono dal ministero - subisce comunque una diluizione nel prodotto alimentare o bevanda in cui viene utilizzato e ad ogni modo occorre tenere conto del quantitativo ingerito giornalmente dal consumatore”.

Contattata per avere una sua versione sulla vicenda, la Monster Energy ha risposto dopo settimane con un breve nota: “I prodotti per i quali avete chiesto informazioni erano e sono sicuri per il consumo“. Allora come è possibile che il ministero della Salute italiano abbia confermato che i lotti in questione sono stati ritirati dal mercato? Nuovamente contattata da ilfattoquotidiano.it, l’azienda si è trincerata dietro un laconico “non abbiamo ulteriori commenti” da fare.

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energy drink ritirati dal mercato, è polemica: "All'interno arsenico prodotto in Cina"

Today è in caricamento