Martedì, 19 Ottobre 2021

Torna il caos nelle strade di Hong Kong

Gli scontri tra attivisti e polizia si stanno moltiplicando sull'isola di Hong Kong: tra molotov, lacrimogeni, cannoni ad acqua, spray al peperoncino e barricate, migliaia di persone stanno sfidando il divieto a manifestare e indossare le maschere

Si è consumato oggi un nuovo giorno di guerriglia urbana a Hong Kong con gravi scontri tra manifestanti e polizia e arresti. Le proteste di massa sono iniziate nella regione amministrativa speciale della Cina all'inizio di giugno come reazione a un disegno di legge altamente impopolare che avrebbe permesso alle persone di essere estradate sulla terraferma.

L'ondata di manifestazioni che si sono intensificate in scontri violenti: oggi diciassette persone hanno cercato assistenza medica e uno dei ricoverati è in gravi condizioni.

I disordini sono ripresi ad Hong Kong, nonostante il divieto di raduni. I manifestanti hanno tentato di aggirare il divieto organizzando una "riunione elettorale" con candidati politici. Tuttavia, la polizia antisommossa ha intercettato i raduni a Victoria Park e in altre aree invitando la folla a disperdersi usando poi gas lacrimogeni.

Durante i raduni, i manifestanti hanno dato fuoco e scagliato molotov contro la polizia che ha risposto con cannoni ad acqua e gas lacrimogeni. Attaccati anche gli uffici dell'agenzia di stampa ufficiale dello stato cinese Xinhua: vandali hanno sfondato la porta di vetro e spruzzato graffiti anti-cinesi sull'edificio.

Perché si protesta a Hong Kong?

Le proteste contro l’emendamento (poi ritirato) alla legge sull’estradizione non rappresentano che un tassello di un più profondo attrito tra Hong Kong e Pechino in vista dell’avvicinarsi della data in cui l’autonomia di Hong Kong dalla Cina, negoziata dal Regno Unito nel 1997, volgerà al termine. Nel 2047 Hong Kong cesserà infatti di avere standard politici, economici e istituzionali diversi e più autonomi rispetto al resto della Cina. E Pechino ha già dimostrato l’intenzione di erodere, anche se in modo quasi impercettibile, il grado di autonomia di Hong Kong.

Cile, in migliaia in piazza per "la marcia più grande di tutte"

Fonte: ispi online →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna il caos nelle strade di Hong Kong

Today è in caricamento