rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
L'orrore / Francia

Il corpo del ragazzino decapitato e cannibalizzato: aveva solo 13 anni

Orrore a Tarascona. Il presunto assassino è morto mentre la polizia provava ad arrestarlo

Orrore a Tarascona dove è stato ritrovato il corpo di un ragazzo di 13 anni decapitato e probabilmente anche cannabalizzato. Un caso scoppiato domenica sera ma i cui contorni non sono ancora ben delineati, tanto che anche le informazioni filtrano con difficoltà. Il comune francese situato nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra è stato sconvolto da quello che è un atroce delitto con sospetti di cannibalismo. La scorsa settimana era stato lanciato l’allarme per la scomparsa di un 13enne di Marsiglia. Una segnalazione ha fatto convergere le forze dell’ordine in un appartamento al 41 rue Lubières a Tarascona. All’arrivo l’appartamento era vuoto, ma gli agenti hanno notato il corpo di un adolescente decapitato.

Sarà l’autopsia a chiarire cosa è accaduto e soprattutto a dare un volto e un nome alla vittima. Non si sa ancora, infatti, se si tratti del ragazzino scomparso o meno. Così come si indaga ancora su quello che potrebbe essere l’autore dell’efferato delitto. Dopo il ritrovamento del corpo senza testa e mutilato la polizia ha focalizzato le energie su una persona di 32 anni che dovrebbe essere l’occupante dell’appartamento. La caccia all’uomo è riuscita nel senso che il sospettato è stato localizzato, sentitosi messo alle strette ha cercato di fuggire ma durante l’inseguimento è stato colpito da un agente. Purtroppo è deceduto.

Anche su questo episodio è in corso un’indagine condotta dall’Ispettorato Generale della Polizia di Stato per chiarire l’esatta dinamica e anche in questo caso l’autopsia potrà fornire indicazioni utili. Intanto sono emersi particolari agghiaccianti sul corpo del ragazzino. Il pubblico ministero ha dichiarato che il corpo della vittima mostrava "tracce di erosione" con brandelli di carne strappati su una spalla, non ha però confermato al momento "l'ipotesi antropofagia". Che invece si fa largo in Città e sui giornali, soprattutto considerando il profilo dell’uomo ucciso che si ritiene possa essere collegato a questo efferato delitto. Si tratta di un uomo noto per problemi di salute mentale e con un passato di violenza.

Le sue condizioni pare fossero peggiorate di recente, tanto che i vicini erano preoccupati da alcuni atteggiamenti e dalle reazioni che avrebbe potuto avere. Alcuni testimoni hanno affermato di averlo visto camminare con una sbarra di ferro in mano. Era stato arrestato il 9 luglio dopo aver lanciato in strada ordigni incendiari tanto che dopo una perizia psichiatrica era stato internato ma avrebbe lasciato lo stabilimento intorno al 15 luglio. Pochi giorni prima della scomparsa del 13enne, sempre se l’autopsia chiarirà che quel corpo mutilato corrisponde a quello del ragazzino di cui è stata denunciata la scomparsa.

Fonte: Le Midi Libre →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il corpo del ragazzino decapitato e cannibalizzato: aveva solo 13 anni

Today è in caricamento