Mercoledì, 28 Luglio 2021

Giovane soldato beve 16 pinte di birra poi cade nel fiume: muore annegato

Il coroner Jonathan Leach non ha dubbi: "Purtroppo siamo di fronte all'ennesima morte di un giovane causata dall'abuso d'alcol"

La giovane vittima

Era un giovane soldato di 20 anni in perfetta forma fisica: com'è possibile, si chiedevano in Inghilterra, che Stephen Fry sia morto dopo essere caduto in un fiume? Perché non nuotò fino a riva nelle acqua placide del Foss, nello York? 

Le indagini hanno appurato che quel giorno, nello scorso mese di luglio, Fry aveva bevuto circa 16 pinte di birra.

L'alcol presente nel suo corpo in ingenti quantità gli impedì di nuotare e salvarsi, le autorità hanno archiviato la morte come "accidentale", anche dopo aver vagliato le testimonianze di chi era presente. 

Una donna da un ponte vide Fry nel fiume che cercava di restare a galla e chiamò i soccorsi, ma nel giro di pochi secondi lo perse di vista.

Il coroner Jonathan Leach non ha dubbi: "Purtroppo siamo di fronte all'ennesima morte di un giovane causata dall'abuso d'alcol".

Fonte: The Sun →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane soldato beve 16 pinte di birra poi cade nel fiume: muore annegato

Today è in caricamento