rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
La rassegna di Today

Start. Le notizie da sapere per iniziare la giornata

Edizione del 16 marzo

Buongiorno dalla redazione di Today. Le notizie da sapere per iniziare la giornata di oggi, giovedì 16 marzo 2023.

SBANDANO I MERCATI. Dopo Svb, Credit Suisse. I mercati sbandano. Il caso Credit Suisse non c'entra molto con il crac di Silicon Valley Bank, ma è molto più "vicino". Il timore è che Svb sia stato un primo scricchiolio di qualcosa di più grande: Credit Suisse (che ottiene intanto un prestito dalla banca centrale fino a 54 miliardi) è una vicenda molto particolare, per le cattive condizioni in cui versa la banca, tra l'altro resa più fragile dalla fuga dei clienti già prima della pesante giornata di ieri e appesantita da vari scandali. Insomma, le banche italiane sono solide secondo tutti gli analisti. Per ora.

PRIMO SCONTRO MELONI-SCHLEIN. Quello visto in parlamento è un primo assaggio di ciò che vedremo nelle prossime campagne elettorali, amministrative d'autunno ed europee della primavera 2024. Lo scontro è stato diretto su vari temi (salario minimo, diritti) tra la leader del governo (secondo cui sono stati gli esecutivi precedenti a lasciare una situazione complessa) e quella dell'opposizione (che invita il centrodestra a non cercare più alibi), per la prima volta in Italia due donne. Meloni ha cercato di trattare la nuova segretaria del Pd Schlein come chi la guardava dall'alto della sua esperienza, quest'ultima però ha parlato come se il passato non le appartenesse e rivendicando una nuova fase.

DRONE, GIÙ LA TENSIONE. Dopo "l'incidente" del drone sul Mar Nero, Usa e Russia a provano a raffreddare il clima. Il capo del Pentagono ha avuto un colloquio telefonico con l'omologo russo. Secondo alcuni analisti ciò che è successo negli ultimi due giorni, per quanto rischiosissimo, non andrebbe caricato di eccessivi significati in primis per la dubbia intenzionalità: "esuberanza" dei piloti, più che precisa volontà russa di dare il là a un'escalation. Ora scatta la corsa per recuperare il relitto, con tutti i suoi eventuali segreti tecnologici: pochi, secondo gli Stati Uniti.

FIGLI DI SERIE B. Secondo varie associazioni la circolare ai sindaci italiani del Viminale per bloccare la trascrizione dei certificati di nascita dei figli di coppie gay è un atto giuridicamente non vincolante. E chiedono di non fermare queste procedure: "I Comuni sono tenuti a trascrivere integralmente i certificati di nascita emessi dalle autorità straniere. Non farlo significa violare i diritti dei minori e discriminare i genitori in base al loro orientamento sessuale" dice Marco Cappato. La Corte costituzionale ha invitato anni fa il Parlamento a emanare una legge (che non si vede) e fino ad allora, questo il ragionamento, non possono esserci comportamenti diversi tra le amministrazioni locali.

ANCORA CADAVERI A CUTRO. Come previsto dai pescatori locali sin dalla notte del naufragio, il mare riconsegna tutto il dolore. La corrente fa i suoi giri ma poi riporta altri corpi verso la spiaggia di Cutro. Ieri 5 i cadaveri recuperati. Due bambini. Il numero delle vittime sale a 86 delle, 26 erano bambini. Ancora una decina i dispersi, che porteranno il bilancio del naufragio a sfiorare le 100 vittime. La nave Diciotti a Reggio Calabria con 589 persone, i profughi sbarcati saranno trasferiti in altre regioni.

GUERRIGLIA A NAPOLI. Il centro storico di Napoli, patrimonio dell'umanità Unesco, trasformato un campo di battaglia dagli ultras dell'Eintracht Francoforte. Incendi, distruzioni, devastazioni e momenti di terrore per cittadini e turisti. Per la città una giornata da dimenticare. E poi un diluvio di polemiche, con la gestione della sicurezza nel mirino. La Lega chiede che il governo tedesco paghi i danni. L'opposizione punta il dito sul ministro Piantedosi: venga in aula a riferire. Ciò che poi è avvenuto era ampiamente prevedibile, ma non è stato possibile vietare totalmente la trasferta.

Gli ultras dell'Eintracht mettono a ferro e fuoco il centro di Napoli (foto LaPresse)

Vi segnalo inoltre:

- Le tradizionali pire del festival Chaharchanbe Souri, che da 20 anni circa è in Iran l'occasione per sfidare gli ayatollah per cui è un evento pagano, ha portato i giovani in piazza: tanti falò davanti alle case delle vittime della repressione. Termina con un bilancio di 26 morti e almeno 4.300 feriti.

- La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico a lungo raggio verso il Mar del Giappone.

- L'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha segnalato che circa 2,5 tonnellate di uranio naturale (10 container) sono sparite da un sito in Libia.

- La Cassazione ha annullato con rinvio le condanne di Lee Elder Finnegan e Gabriele Natale Hjorth, i due ragazzi accusati dell'omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega, ucciso nel 2019 durante un intervento nel quartiere Prati, a Roma. Si terrà dunque un appello bis.

 - Nella Capitale prossima al Giubileo e che sogna l'Expo del 2030, ci sono barriere architettoniche così evidenti che una turista con la Sla nella metro B è stata trasportata "a braccia" da due agenti della polizia per scendere da Largo Gaetana Agnesi al Colosseo. Nel cuore di Roma.

 - Un primo vagito dopo essere venuta al mondo diverso da quello di tutti gli altri neonati ha insospettito subito i medici: un pianto inconsolabile che non accennava a diminuire. La piccola era già in crisi di astinenza da cocaina. Succede a Galatina, in provincia di Lecce.

- Fa discutere la proposta di un test di tedesco "obbligatorio" per gli alunni italiani a Bolzano che vorrebbero studiare in una scuola di lingua tedesca. "Prima si studia la lingua, poi si va a lezione in quella lingua", dice l'assessore comunale all'Istruzione dell'Svp.

 - Dopo mezzo secolo di studi, progetti di fattibilità e persino un inizio di realizzazione subito bloccato, il Ponte sullo Stretto di Messina finisce in un decreto legge oggi in Consiglio dei Ministri. Per il Mit sarà il ponte sospeso più lungo al mondo: 3,2 chilometri. Progetto esecutivo entro l'estate 2024 e poi via ai lavori. Si riaccende la discussione sull'opportunità dell’opera, visti i costi stellari.

- Tutti a sentire un mostro sacro come Bob Dylan. Ma senza cellulare. L'annuncio di ben cinque live estivi in Italia è arrivato a sorpresa (a Milano il 3 e 4 luglio, a Lucca il 6 luglio, a Perugia il 7 e a Roma il 9 luglio). Concerti come una volta, Dylan ha scelto la pratica del "phone free show", ovvero il divieto per il pubblico di portare con sè il telefono durante la performance.

- Napoli, Inter e Milan sono tra le migliori otto del continente. Venerdì sono in programma i sorteggi che definiranno i quarti di finale di Champions League. Oggi tocca alla Juventus in Europa League.

Buona giornata. Su Today.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Start. Le notizie da sapere per iniziare la giornata

Today è in caricamento