rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Europei 2012

Euro 2012, Irlanda: Trapattoni vuole mettere il ‘gatto nel sacco’

Rivitalizzata da Giovanni Trapattoni, la Repubblica d'Irlanda partecipa per la seconda volta alla fase finale degli Europei e vuole fare bella figura contro Spagna, Italia e Croazia nel Gruppo C

Dopo il clamoro rosso fallo di mano di Thierry Herny non ravvisato che estromise l’Irlanda dai Mondiali del 2010, l’Irldanda del duo italiano Giovanni Trapattoni e Marco Tardelli ci riprova. La squadra non brilla per individualità ma ha tanta grinta e forza fisica.  Dopo il secondo posto dietro la Russia nelle qualificazioni 2012, l’Irlanda ha superato l'Estonia agli spareggi e ha finalmente potuto festeggiare l’accesso ad Euro 2012.

L’ALLENATORE - Descrivere Trapattoni in poche righe è impossibile. Dopo aver vinto tutto con i club dall'Italia, alla Germania, passando per Portogallo e Austria dal maggio 2008 è commissario tecnico della Nazionale irlandese e ha come vice Marco Tardelli e come ulteriore assistente William Brady.Nelle qualificazioni al Campionato mondiale di calcio 2010, la Nazionale irlandese è stata nello stesso girone dell'Italia, qualificandosi per i famosi spareggi poi persi contro la Francia con un gol irregolare di William Gallas su assist di Thierry Henry, il quale aveva controllato il pallone con la mano.

Nel dicembre 2010, insieme al suo staff, pur di continuare l'avventura il Trap ha accettato una decurtazione dello stipendio. Ciò è stato necessario per non pesare sul bilancio della federazione, ridottosi a seguito della crisi economica. The Boys in Green sono così, costretti sempre a soffire basti pensa che l'Irlanda ha dovuto affrontare nuovamente i play-off, questa volta contro l'Estonia, per poter accedere alla fase finale dell'Europeo 2012. Questa volta però il Trap ha la meglio, diventando un eroe nazionale tanto da essere citato nella canzone dell'Irlanda agli Europei.

Il PERCORSO - L'Irlanda ha perso solo la terza partita di qualificazione, arrendendosi 3-2 a una Russia che avrebbe chiuso in vetta al Gruppo B. Da allora la squadra ha centrato buoni risultati, vincendo anche amichevoli di prestigio ed eliminando l’Estonia al barrage staccando così il biglietto per Euro 2012. La squadra di Trapattoni ha anche stabilito un nuovo record nazionale: dall'amichevole persa 3-2 contro l'Uruguay (a marzo) al 2-1 sull'Armenia nell'ultima gara del girone, non ha subito gol in otto partite, rimanendo imbattuta in 11. Due protagonisti sono stati Shay Given e Robbie Keane: il primo, detentore del record di presenze nell'Irlanda, ha collezionato il gettone numero 120 nello spareggio di ritorno contro l'Estonia, mentre Keane ha raggiunto quota 53 gol con la maglia della nazionale con una doppietta a Tallin.

Euro 2012, le foto ufficiali degli stadi

LA STELLA – Neanche a dirlo Robbie Keane non è solo il capitano ma è il cuore di questa nazionale. Dopo aver segnato 123 reti in Premier League, di cui 91 con la maglia del Tottenham, ‘Hot Rob’ emigra negli Stati Uniti passando ai Los Angeles Galaxy di David Beckham. E’ con l’Irlanda però che Keane scrive la storia. Atualmente ha collezionato 112 presenze e 53 gol in maglia verde, di cui 28 in competizioni ufficiali e 17 in partite amichevoli e neanche a dirlo, Keane è il miglior marcatore di tutti i tempi della selezione irlandese dal 13 ottobre 2004, quando, segnando due gol alle Isole Fær Øer, portò il suo score a 22 reti, superando così Niall Quinn fermo a quota 21 gol in Nazionale.

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI – Shay Long è sicuramente il giocatore più interessante in prospettiva dell’Irlanda. Classe ’87 Long dopo aver fatto benissimo con il Reading, adesso è l’idolo dei tifosi del WBA. Da segnalare anche Aiden McGeady centrocampista esterno dello Spartak Mosca famoso per la sua a sua McGeady Spin, inserita nei videogiochi FIFA. Fa parte della Nazionale irlandese pur essendo nato a Glasgow, in Scozia, grazie al nonno di origini irlandesi ed è davvero un giocatore ecclettico anche se un po' discontinuo. Niente male è anche Kevin Doyle. Storia simile a quella di Long la sua ma dopo il Reading, Doyle preferì il Wolverhampton. Capace di giocare da prima o da seconda punta, Doyle è il tipico attaccante generoso che si sacrifica per la squadra.

LA ROSA Il Trap con questa squadra giocherà probabilmente con un 4-5-1 che,a seconda delle esigenze può trasformarsi anche in un 4-4-2. Portieri: Shay Given (Aston Villa FC), Keiren Westwood (Sunderland AFC), David Forde (Millwall FC). Difensori: John O'Shea (Sunderland AFC), Richard Dunne (Aston Villa FC), Stephen Ward (Wolverhampton Wanderers FC), Sean St Ledger (Leicester City FC), Darren O'Dea (Celtic FC), Stephen Kelly (Fulham FC), Paul McShane (Hull City AFC). Centrocampisti: Glenn Whelan (Stoke City FC), Keith Andrews (West Bromwich Albion FC), Aiden McGeady (FC Spartak Moskva), Darron Gibson (Everton FC), Paul Green (unattached), Damien Duff (Fulham FC), Stephen Hunt (Wolverhampton Wanderers FC), James McClean (Sunderland AFC). Attaccanti: Robbie Keane (LA Galaxy), Kevin Doyle (Wolverhampton Wanderers FC), Shane Long (West Bromwich Albion FC), Jonathan Walters (Stoke City FC), Simon Cox (West Bromwich Albion FC).

PROSPETTIVE – Inserita nel girone C con l’Italia, la Spagna e la Croazia. L’Irlanda può chiedere poco a questo Europeo ma va detto che tra le squadre della quadra fascia è la più insidiosa.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Euro 2012, Irlanda: Trapattoni vuole mettere il ‘gatto nel sacco’

Today è in caricamento