Domenica, 16 Maggio 2021
Nuove tendenze / Stati Uniti d'America

Il lama che compare nelle videochiamate di lavoro per spezzare la noia: boom di richieste

Una fattoria nella Silicon Valley offre alle aziende, per meno di 100 euro, un modo per spezzare la monotonia di infinite videocall

Foto da Twitter @gerlame

Una fattoria nella Silicon Valley offre ai videoconferenzieri di tutto il mondo un modo per spezzare la monotonia delle infinite videochiamate di lavoro: per poco meno di 100 dollari (circa 82 euro) è possibile ottenere un “cameo” nella videochat da parte di un lama o di una capra o di altri animali della fattoria “Sweet Farm”.

Il progetto, chiamato “Goat 2 Meeting” facendo un po’ il verso ad uno dei più conosciuti software per videoconferenze (“GoToMeeting”), consente - come ha spiegato a Business Insider Anna Sweet, cofondatrice di Sweet Farm - di far partecipare con una presenza in video gli animali della fattoria durante le videoconferenze aziendali. Un modo per spezzare la noia e divertirsi con una inusuale "ricreazione".

In realtà il progetto è più ambizioso e punta a coinvolgere non solo chi vuole far comparire un “volto nuovo” per rallegrare una riunione aziendale. Anche ad esempio chi cerca una esperienza divertente per un happy hour online o per la festa di compleanno di un amico oppure per un insegnante alla ricerca di materiale didattico originale per la sua classe virtuale.

Mentre la pandemia di coronavirus costringe milioni di persone a rispettare restrizioni negli spostamenti e a rendere il lavoro a distanza un evento quotidiano, i datori di lavoro si rivolgono a videochiamate su Zoom, Google Hangouts e altri software per rimediare alla impossibilità di riunioni in presenza.

"Goat 2 Meeting" è solo un esempio dei progetti e delle offerte innovative che sono emerse nelle ultime settimane per realizzare riunioni virtuali.

Anna Sweet ha confermato ad Insider Trading che dall'apertura di "Goat 2 Meeting" a metà marzo, vi sono state già oltre trecento richieste di collegamento.

Gli animali di Sweet Farm hanno già fatto la loro apparizione in riunioni di aziende di tutti i tipi: da multinazionali inserite nel “Fortune 500” (la lista pubblicata annualmente dalla rivista Fortune con le 500 maggiori imprese statunitensi) fino a giovani startup tecnologiche. 

Sweet ha raccontato che in un happy hour virtuale, organizzato per uno studio legale, gli avvocati hanno fatto partecipare anche i loro figli alla videochiamata per “incontrare” gli animali e fare un tour virtuale della fattoria.

Con un costo compreso tra 65 e 250 dollari a seconda dell’opzione scelta si potra’ interagire virtualmente con diversi animali, tra cui capre, pecore, maiali, mucche, tacchini e lama, questi ultimi di gran lunga i più richiesti.

Per 65 dollari si otterrà un tour virtuale di 20 minuti della fattoria per un massimo di sei partecipanti in video. Con 100 dollari un cameo di animali da 10 minuti e per 250 dollari un tour virtuale di 25 minuti.

Sweet, che lavora anche nel settore tecnologico nella Silicon Valley, ha fondato Sweet Farm come rifugio per animali senza scopo di lucro, progettato per "mettere in contatto la gente con dove proviene il loro cibo". L'azienda si finanziava in buona parte con il ricavato dalle visite, racconta Anna, questo almeno fino a prima della pandemia. Così adesso “Goat 2 Meeting” è diventato il modo in cui Sweet Farm può recuperare parte delle sue entrate.

"Siamo tutti un po' stressati da quello che sta succedendo, con molti di noi chiusi in casa", conclude Sweet. "Speriamo solo di regalare un sorriso alle persone mentre le portiamo a passo nella nostra fattoria”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lama che compare nelle videochiamate di lavoro per spezzare la noia: boom di richieste

Today è in caricamento