Domenica, 14 Luglio 2024

Rai, i protagonisti della nuova stagione: torna Balivo, Insegno scansa le polemiche, Daniele e Fialdini roccaforti

Presentato il palinsesto autunnale del Day Time. Poche novità, soprattutto sull'ammiraglia, ma i ritorni sono di livello: da Caterina Balivo che riprende possesso del pomeriggio di Rai1 a Pino Insegno al timone de L'Eredità

"Guarda chi c'è". Alla presentazione del palinsesto autunnale del Day Time di casa Rai, stamattina, nella sede di viale Mazzini, è stato questo il leit motiv, tra conferme e ritorni. Il direttore Angelo Mellone, da perfetto cerimoniere, ha illustrato tutte le novità delle tre reti, anche se di novità - in realtà - ce ne sono ben poche. E su questo ci ha scherzato anche lui, citando ironicamente con sorpresa i titoli ormai cult, da "I Fatti Vostri" su Rai2 - dove però arriva Tiberio Timperi al posto di Salvo Sottile e avrà un ruolo anche Flora Canto (al posto di Timperi a "Unomattina In Famiglia" il sabato e la domenica mattina, invece, ci sarà Beppe Convertini che lascia 'Linea Verde') - a "1Mattina", con Massimiliano Ossini e Daniela Ferolla, e sempre nella mattinata di Rai1 "Storie Italiane" con Eleonora Daniele - colonna della fascia 10-12 da ben dieci stagioni - ed "È sempre Mezzogiorno" con Antonella Clerici, fino al Tg. 

"La volta buona" di Caterina Balivo 

Prima de "La vita in diretta" - altro programma storico del pomeriggio di Rai1, condotto sempre in solitaria da Alberto Matano - va in onda la vera novità di quest'anno, che segna anche un grande ritorno, quello di Caterina Balivo. "La volta buona", si chiama così il suo salotto - con tanto di divano a ferro di cavallo per accogliere gli ospiti - in cui trascorrerà due ore in diretta tra vip, interviste, quiz e giochi in studio. "Bello tornare. Mi sento coccolata, c'è una bella squadra che sta lavorando al programma" ha detto a Today, entusiasta per questo appuntamento: "Ci vedremo di nuovo tutti i pomeriggi su Rai1, dove racconteremo la vostra volta buona e sarà la mia volta buona in cui torno a dire 'buon pomeriggio'".

Il ritorno di Pino Insegno (e le polemiche)

Tra i ritorni anche Pino Insegno, che condurrà L'Eredità: "È un'eredità importante - ha spiegato - Vorrei ricordare il mio amico Fabrizio Frizzi, sempre. Ma anche Carlo Conti. È stata sempre un'eredità, passata di conduttore in conduttore. Ognuno ha fatto bene. Io cercherò di non sperperarla, ma di consolidarla, magari regalandovi qualcosina". Durante la conferenza stampa, Insegno ha rotto il silenzio dopo mesi di critiche e polemiche proprio sul suo ritorno in Rai (considerato da molti "immeritato" e "di parte" per via della sua vicinanza politica a Giorgia Meloni, ndr): "Dopo otto mesi di silenzio, finalmente parlo davvero io. Vengo da diverse esperienze in tv, da 'Reazione a Catena' al 'Mercante in Fiera', e in ogni percorso, per me sempre difficile e dove ho dovuto spesso combattere, ho portato il mio essere attore, doppiatore, artista comico, presentatore. Come conduttore, ho imparato che non ci si deve mai mettere al centro dell'attenzione, ma bisogna fare un passo indietro per valorizzare i concorrenti ed è quello che farò anche a 'L'Eredità', che sarà ovviamente più 'intonata' al mio modo di condurre". Quando però la giornalista Laura Rio, in streaming, gli ha chiesto un commento sulla questione Candelaria Solorzano - beccata in un video social mentre preparava una canna e 'licenziata' dal ruolo di Gatta Nera - ha tergiversato, tornando al silenzio stampa. 

Francesca Fialdini regina della domenica (dopo Mara Venier)

La domenica è l'altro grande zoccolo duro della stagione. Nella mattina di Rai2 torna l'esplosiva coppia Ventura-Perego - con "tante novità", promettono - mentre su Rai1 l'intrattenimento del pomeriggio è affidato a Mara Venier, con la sua "Domenica In", "la certezza della domenica" ha detto Mellone, seguita da Francesca Fialdini con "Da noi... A ruota libera", programma più intimo e ormai 'casa' per milioni di italiani che da quattro anni lo seguono. Sempre emozionata come la prima volta, la conduttrice ci ha anticipato qualcosa: "Cercheremo di raccontare quelle svolte di vita che ci permettono di essere più felici. A volte però le scelte individuali hanno ripercussioni anche nella comunità in cui viviamo. Anzi, facciamo in modo che si liberino delle energie e ispiriamo gli altri. In questo senso sono delle storie motivazionali e ce n'è ancora più bisogno quando parliamo di giovani e quando parliamo di donne. E noi lo faremo con grande attenzione". E su questo non transige: "Parlare di temi 'a parte quello femminile' è impossibile per me, perché dobbiamo permeare un po' tutto quello che ci circonda di un femminile che sia finalmente libero, non stereotipato, non dettato dal giudizio degli altri. In questo senso il film di Barbie insegna molto, inquadrando bene il problema di oggi, cioè che piacere per piacere agli altri è diventata una schiavitù. E si sta diffondendo anche nei modelli maschili. Questo purtroppo ha ripercussioni anche nel mondo dei giovani. Tutto si tiene insieme, un tema non si può slegare dall'altro".

Montaggio di Alberto Pezzella

Video popolari

Today è in caricamento