rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Film al Cinema

Orge e cocaina: Di Caprio nella bufera

Polemiche sul nuovo film di Scorsese "The Wolf of Wall Street". L'attore sodomizzato con una candela

Una visione realistica e senza filtri di eventi realmente accaduti. Così il cast definisce "The Wolf of Wall Street", il film di Martin Scorsese, nelle sale dal 23 gennaio, che racconta il successo di Jordan Belfort, agente di cambio a Wall Street negli anni Ottanta e Novanta, tra sesso, droga, prostituzione e party scandalosi.

Il film è stato criticato duramente negli Stati Uniti, accusato di dare una patina glamour agli eccessi e all'immoralità di uno stile di vita. Leonardo Di Caprio, che interpreta il protagonista, difende invece la pellicola: "E' un film incredibilmente duro che racconta la finanza dall'interno, non ci sono molti studios che scelgono di raccontare una storia di Wall Street, focalizzata sugli eccessi. Non ha i classici elementi di un film di Hollywood e per questo sono grato alle persone che hanno accettato la scommessa di raccontare la nostra cultura".

Di Caprio ha creduto fin da subito in questo film, tanto da voler girare una scena, inizialmente censurata, in cui viene sodomizzato. "Era nel libro ma non l'ho scritto nel copione - ha raccontato lo sceneggiatore - Poi, il giorno in cui stavamo per girare, Leonardo ha avuto il coraggio di dire a Marty che originariamente la scena sarebbe dovuta iniziare con una candela infilata nel suo sedere e poi... Così è andata".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orge e cocaina: Di Caprio nella bufera

Today è in caricamento