rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Città Imperia

Blitz no-vax al centro vaccinale e all'ospedale: "Il vaccino uccide, Toti nazista"

Alcune scritte vergate in vernice rossa sono comparse sui muri e sui cartelli dell'hub di Camporosso e dell'ospedale di Bordighera, nel mirino il presidente della Regione

“Toti porco nazista”, “maledetti”, “il vaccino uccide”: sono le scritte tracciate con una bomboletta spray all’ingresso dell’hub vaccinale ricavato nel centro polivalente Giovanni Falcone di Camporosso e davanti al pronto soccorso dell'ospedale di Bordighera, in provincia di Imperia, rivolte in particolare modo al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Le scritte sono state tracciate nella notte tra venerdì e sabato, e il sindaco di Camporosso Davide Gibelli ha già provveduto a farle rimuovere. Non prima, però, che Toti le condividesse sui social condannando duramente gli autori, che hanno anche tracciato la scritta “mattatoio” sull’asfalto davanti al pronto soccorso di Bordighera. La firma e lo "stile" sono gli stessi di altri episodi di questo genere, una W contornata da un cerchio.

 L’Asl ha già provveduto a fare denuncia ai carabinieri, che stanno indaganto anche sugli altri episodi.

“Leggere certe scritte fa male, ancora di più se accostate al nome di Giovanni Falcone - è stato il commento del presidente della Regione Liguria - ‘Chi tace e piega la testa muore ogni volta che lo fa’, diceva Falcone, ed è proprio seguendo l'esempio di italiani come lui che andiamo avanti a testa alta nella battaglia contro il Covid. Anche dopo l'ennesimo vile attacco a un nostro centro vaccinale a Camporosso, dove uomini e donne ogni giorno combattono per la nostra libertà: quella di un mondo senza virus. Un mondo dove poter lavorare, crescere i nostri figli e viaggiare. Tutto il resto è fastidioso rumore di fondo. Che non ascoltiamo più”.

“Per un confronto sono sempre a disposizione, di fronte a questo però esprimo ferma condanna. Senza se e senza ma”, ha concluso Toti, che nei giorni scorsi aveva confermato che la Liguria resterà in zona bianca Covid ricordando ancora una volta l’importanza dei vaccini: “Il 100% dei pazienti attualmente ricoverati per Covid all’Ospedale San Martino di Genova, anche in terapia intensiva, non è vaccinato - aveva chiarito - E non lo sono nemmeno in media 4 su 5 pazienti che accedono al pronto soccorso. Numeri concreti che dimostrano ancora una volta che il vaccino salva la vita e non solo: grazie alla nostra campagna vaccinale la Liguria anche questa settimana resta in zona bianca. Avanti su questa strada”.

Non è la prima volta che il presidente della Regione Liguria viene preso di mira con minacce e insulti. Lo scorso settembre un 36enne di Torino, no-vax e con diversi precedenti penali, era stato denunciato dalla polizia Postale dopo mesi di minacce dirette a Toti, tra cui  promesse come “io ti sbudello” e “se ti becco di riempio di mazzate”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz no-vax al centro vaccinale e all'ospedale: "Il vaccino uccide, Toti nazista"

Today è in caricamento