rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca / Lecce

Abbandonata in coma dopo il rave: morta 22enne

Morte cerebrale dopo quattro giorni di coma per Dalila Coluccia, la 22enne leccese uccisa da un mix di alcol e anfetamine assunto durante un rave party

LECCE - Le speranze si sono spente questa mattina quando per Dalila Coluccia è stata dichiarata la morte cerebrale. Troppo vasto l'edema cerebrale che la costringeva al coma.

La ragazza, originaria di Cerfignano, era arrivata al "Vito Fazzi" di Lecce quattro giorni fa dopo un rave durante il quale aveva assunto un mix di alcol e anfetamine. Un mix poi rivelatosi fatale.

Alla fine della "festa", a Pozzo Antico, periferia leccese, la giovane era stata lasciata distesa in una masseria e solo alcune ore dopo il malore erano stati chiamati i soccorsi. La situazione era apparsa da subito disperata e in questi interminabili quattro giorni Dalila non ha mai ripreso conoscenza. 

Tanto il dolore degli amici che sulla sua pagina Facebook ripetono in coro: "Non si può morire così". I familiari hanno prestato il consenso alla donazione degli organi. (da LeccePrima)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandonata in coma dopo il rave: morta 22enne

Today è in caricamento