rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Omicidi

Donna sgozzata a Misterbianco, l'ex della figlia confessa: "Ho fatto una pazzia"

Agostino Siciliano, 30 anni, laureato, è stato fermato dai carabinieri nel Cosentino dopo una fuga in auto. E' stato lui ad uccidere Marina Zuccarello, la donna di 55 anni trovata morta in casa in una pozza di sangue

CATANIA - Ha confessato tutto. E’ stato Agostino Siciliano, 30 anni, laureato, ad uccidere Marina Zuccarello, la donna di 55 anni di Misterbianco (Catania) trovata ieri in casa propria con la gola sgozzata e riversa in una pozza di sangue.

Siciliano è stato fermato dai carabinieri nel Cosentino, mentre stava rientrando in auto a Taranto, dove vive. Il movente del delitto è passionale: a quanto si apprende l’uomo aveva una relazione con la figlia minore della vittima, una ragazza di 26 anni, che la donna aveva cercato in ogni modo di contrastare.

Subito dopo il delitto, il 30enne è fuggito in auto chiamando anche diverse persone a cui ha detto di aver fatto "una sciocchezza". Un suo amico aveva anche avvertito il marito della vittima: "Ha fatto una pazzia". L'uomo si sarebbe costituito spontaneamente consigliato da parenti ed amici. 

L'omicidio è avvenuto fra le 7,15 e le 8,45: a trovare la donna è stato il marito un 65enne che lavora come bidello, che si era assentato pochi minuti da casa per andare al bar e scambiare quattro chiacchiere con gli amici. Al suo rientro la macabra scoperta.

Siciliano ha raccontato di avere avuto un’animata discussione con la donna che, secondo il suo racconto, lo avrebbe aggredito. Il giovane avrebbe provato a difendersi con un coltello infliggendo però un fendente mortale alla gola della vittima. Un racconto che ora è al vaglio degli inquirenti. 

Marina Zuccarello lavorava in un laboratorio di analisi del paese e lascia due figlie di 27 e 26 anni, assenti da casa al momento dell'omicidio. Siciliano aveva avuto una relazione di due anni con la figlia più piccola: i due si erano conosciuti su internet e la loro relazione era finita per volere di lei. Diversi erano stati in passato i tentativi del ragazzo di riappacificarsi con la sua ex. 

Carmelo Zuccaro, procuratore della Repubblica etnea, si è detto "molto soddisfatto della risoluzione del caso per un lavoro molto serrato e puntuale da parte della magistratura e dei carabinieri di Misterbianco. La risoluzione di questo caso ha anche una grande importanza perché non getta nello sconforto una intera comunità che si era allarmata per quanto avvenuto stamattina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna sgozzata a Misterbianco, l'ex della figlia confessa: "Ho fatto una pazzia"

Today è in caricamento