rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Mode pericolose

Cicatrice francese: il gioco social autolesionista non è uno scherzo, allerta della polizia postale

La nuova e assurda sfida che sta spopolando su TikTok, un fenomeno "pericoloso" esploso in Francia e comparso anche in Italia. Un gioco tutt'altro che divertente: gli effetti durano per settimane, con conseguenze anche gravi per la pelle

Uno sfregio sotto l'occhio, simile ad una cicatrice, ma che in realtà non lo è. Si chiama "cicatrice francese" ed è l'ultimo trend autolesionistico in voga sul social TikTok che sta spopolando tra i giovani delle scuole medie e superiori. 

Cicatrice francese, la nuova folle sfida su TikTok

La nuova challenge, esplosa in Francia, si sta diffondendo rapidamente anche in Italia, come sottolineato in un alert della Polizia Postale: "La sfida consiste nel procurarsi uno o più ematomi sullo zigomo stringendo con forza la cute tra le dita, sino a lasciare un segno livido evidente. L’intento è quello di assumere un aspetto più rude e temerario, mostrando i segni di una fittizia colluttazione".

Un gioco che in realtà produce soltanto una deturpazione del viso, con gli effetti che possono durare anche per diverse settimane, con il rischio di conseguenze anche gravi per la pelle, soprattutto se il "trattamento" viene ripetuto più volte. Basta fare una semplice ricerca online per trovare decine di video in cui ragazzi e ragazze di giovane età mostrano sui social le loro finte cicatrici, con i primi casi che sono stati segnalati anche in alcuni istituti scolastici italiani, in particolare a Verona e Bologna.

L'alert e i consigli della Polizia Postale

Una moda insensata, come ribadito dalla Polizia Postale, che ha pubblicato una serie di consigli per genitori e ragazzi mirato a non farsi coinvolgere da questi giochi pericolosi. Per le mamme e i papà il primo suggerimento è quello di parlare con i propri figli della challenge "cicatrice francese", così da capire quale interesse e importanza possano avere per loro. È importare ricordare ai ragazzi che nessun livello di popolarità online merita di esporsi al rischio di agire illegalmente o di farsi del male. Inoltre è consigliabile monitorare la navigazione e l’uso delle app social, anche stabilendo un tempo massimo da trascorrere connessi, mostrare interesse per quello che tiene i giovani incollati agli smartphone.

La Polizia Postale si rivolge infine ai giovani, sempre più attratti da questo genere di fenomeni: "Partecipare alle challenge può essere divertente ma è necessario sempre ricordare che il nostro corpo merita il massimo rispetto e deturparlo o ferirlo per apparire più “cool” non è una buona abitudine. Gli ematomi prodotti sugli zigomi per la challenge della cicatrice francese possono durare per settimane e lasciare segni visibili per molti mesi. Tra qualche settimana questa “moda” smetterà di essere popolare e ti resteranno comunque i segni di un momento di impulsività".

Ovviamente, e questo vale sia per i genitori che per i giovani, se sui social dovessero comparire inviti a partecipare a questa o ad altre challenge che possono mettere a repentaglio la sicurezza dei ragazzi, o se si ricevono video riguardanti questo genere di sfide, il primo consiglio è quello di segnalare tutto alla Polizia Postale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cicatrice francese: il gioco social autolesionista non è uno scherzo, allerta della polizia postale

Today è in caricamento