rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Tragedia familiare / Sondrio

Anna Maria trovata morta in casa, il cadavere vegliato dal marito (ferito): sotto accusa c'è il figlio

Il corpo scoperto grazie ai vicini di casa. Il marito trovato denutrito e con una gamba in cancrena. Cosa ha detto il figlio ai carabinieri

Anna Maria Squarza aveva 91 anni. I carabinieri l'hanno trovata nel letto della sua casa di Aprica (Sondrio), morta da settimane. Accanto a lei il marito, suo coetaneo, denutrito e con una gamba incancrenita. Non è chiaro per quanto tempo siano rimasti cosi. Sotto accusa c'è il figlio: un uomo di sessant'anni. È stato indagato con le accuse di abbandono di incapace e occultamento di cadavere.

L'atroce storia è stata scoperta grazie ai vicini di casa. Non vedevano gli anziani da tempo e l'odore che arrivava dal loro appartamento era nauseabondo, così hanno chiamato i soccorsi. Il 118 è arrivato con i carabinieri. Quando hanno bussato ha aperto la porta il figlio. Ha detto che tutto andava bene e non c'era bisogno che entrassero. Invece i militari sono entrati e hanno visto, in camera da letto, i due anziani: lei cadavere stesa sul letto con un lenzuolo che le copriva il volto, lui in condizioni gravissime.

L'anziano è stato portato in ospedale. Quando verrà dimesso sarà portato con ogni probabilità in una rsa. Il figlio, dopo esser stato interrogato, è stato portato nel reparto di Psichiatria dell'ospedale di Sondrio. Sul corpo della donna sarà eseguita l'autopsia.

È emerso che la famiglia è originaria di Verona,  aveva preso in affitto quella casa dal tempo del Covid e non erano più andati via. Il figlio è disoccupato e adesso dovrà spiegare cosa è accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anna Maria trovata morta in casa, il cadavere vegliato dal marito (ferito): sotto accusa c'è il figlio

Today è in caricamento