Domenica, 13 Giugno 2021
Agrigento

Agrigento, l'ex paladino ambientalista che difende gli abusivi

Giuseppe Arnone è stato un simbolo della battaglia contro il cemento. Ma come avvocato si è schierato dall'altra parte. Una causa, quella degli 'abusivi', abbracciata senza esitazioni: durante una protesta è stato portato via dalla polizia

Arnone portato via dalla polizia per consentire l'intervento delle ruspe

AGRIGENTO - E' stato il volto della lotta ventennale contro l'abusivismo edilizio. Sotto il segno di Legambiente ha condotto per tanti anni la battaglia contro il cemento. Oggi, invece, si è schierato 'dall’altra parte', dalla parte dei proprietari di quegli immobili giudicati abusivi dalle sentenze.

Giuseppe Arnone, 55 anni, avvocato agrigentino, ambientalista (o forse 'ex'), ha infatti assunto la difesa di Antonio Piraneo, proprietario di una villetta abbattuta ieri ad Agrigento: megafono alla mano e cappello da sceriffo in testa, Arnone ha guidato la protesta dei residenti di quella contrada che manifestavano contro le ruspe.

"Siamo in presenza di un atto illegale" ha detto Arnone contestando il metodo utilizzato per la scelta degli immobili da abbattere, tutti oggetto di sentenza passata in giudicato. 

Folgorato sulla via di Damasco, l'ex "paladino della legalità" si è battuto con tanta foga che per portarlo via è dovuta intervenire la polizia. 
(Da AgrigentoNotizie)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrigento, l'ex paladino ambientalista che difende gli abusivi

Today è in caricamento