rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Il delitto / Catania

Lucrezia Di Prima è stata uccisa: fermato il fratello

Il 22enne ha fatto ritrovare il corpo della sorella nelle campagne vicine a San Giovanni La Punta, nel Catanese. Sul cadavere ci sono diverse ferite da arma da taglio

Giorni di attesa, sperando di poterla trovare viva, poi ritrovamento e il dramma che si trasforma in orrore. Il ritrovamento del cadavere di Lucrezia Di Prima, la 37enne di San Giovanni La Punta (Catania) scomparsa da casa da due giorni e rinvenuta senza vita, con diverse ferite da taglio sul corpo.

Dopo diversi appelli il fratello della vittima, Giovanni Di Prima, di 22 anni , ha fatto ritrovare ai carabinieri nelle campagne di Nicolosi il corpo della sorella. Lucrezia Di Prima aveva diverse ferite da arma da taglio e gli inquirenti hanno messo sotto torchio il giovane che si sarebbe autoaccusato del delitto.

Come riporta CataniaToday, sono troppe le incongruenze nei suoi racconti. Probabilmente una lite ha scatenato un raptus di violenza: così Giovanni Di Prima avrebbe colpito e ferito alla gola la sorella e poi in un secondo momento l'avrebbe trasportata nelle campagne che conducono verso l'Etna. Il luogo del delitto potrebbe essere la casa familiare di San Giovanni La Punta e proprio lì ieri sera si sono recati i militari per un sopralluogo anche alla ricerca di eventuali tracce di sangue.

Visto il quadro indiziario il 22enne dopo l'interrogatorio è stato fermato dai carabinieri per omicidio e occultamento di cadavere. La famiglia Di Prima è molto nota in città, il padre lavorava al Comune e un altro fratello nella polizia. Il fidanzato storico di Lucrezia è stato colui il quale ha dato l'allarme della scomparsa e i genitori hanno presentato denuncia ai carabinieri. Per il sindaco Bellia questa terribile vicenda "ha distrutto una famiglia perbene che vive il dramma e l'immenso dolore di avere perduto due figli".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucrezia Di Prima è stata uccisa: fermato il fratello

Today è in caricamento