Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Venezia

Papà fa partorire la moglie in casa aiutato dai medici al cellulare

Guidati al telefono dai sanitari del Suem, una coppia di Martellago ha partorito in casa: non c'era tempo per aspettare l'ambulanza

VENEZIA - Aveva fretta di nascere, la piccola Lisa. Troppa per aspettare l'arrivo dell'ambulanza e così è toccato a papà Marco aiutare mamma Anna a partotire.

È la storia raccontata da Il Gazzettino e ripresa dai quotidiani locali, avvenuta a Martellago.

Protagonisti Marco Maguolo, liutaio, e Anna Bortolato, insegnante. La data prevista per il parto della loro secondogenita era fissata per il 1 ottobre, ma nella notte tra venerdì e sabato le cose sono andate diversamente.

La coppia aveva appena messo a letto la prima figlia di tre anni, quando, dopo un bagno, ad Anna si sono rotte le acque. Marco ha capito subito che non c'era il tempo di aspettare i sanitari del Suem e così, con il telefono in vivavoce appoggiato sul letto, ha preso in mano la situazione. Assistito "in diretta" dai medici di Mirano, il coraggioso papà ha aiutato la sua compagna a dare alla luce la loro bambina.

La piccola Lisa, nata alle 00.06 di sabato, è una bella neonata di 3,6 chili per 50 cm di lunghezza. Lei e la mamma stanno bene. (da VeneziaToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papà fa partorire la moglie in casa aiutato dai medici al cellulare

Today è in caricamento