Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Vibo Valentia

Le mani della 'ndrangheta sui fondi Ue: arrestato ex assessore della Regione Calabria

In manette anche l'ex assessore Nazareno Salerno, insieme ad altri politici, imprenditori e amministratori pubblici. E' stato anche disposto il sequestro preventivo di beni per un valore di circa 2 milioni di euro

Nove persone sono state arrestate in Calabria nell'ambito di un'inchiesta sulle ingenerenze della cosca 'ndranghetista dei Mancuso nella gestione dei fondi della Comunità europea a sostegno delle famiglie in difficoltà.

L'accusa per loro è minaccia ed estorsione aggravata dal metodo mafioso, corruzione, peculato e abuso d'ufficio. In manette è finito anche l'ex assessore al Lavoro della Regione Calabria, Nazareno Salerno.

Gli inquirenti hanno accertato l'esistenza di un "comitato d'affari" che distraeva i finanziamenti europei vincolati al progetto regionale "Credito sociale", indirizzandoli verso i conti correnti di alcune società private, anche all'estero.

Tra gli arrestati ci sono anche esponenti politici, imprenditori e amministratori pubblici della Regione Calabria, come anche due soggetti vicini alla cosca Mancuso di Limbadi (Vibo Valentia). E' stato anche disposto il sequestro preventivo di beni per un valore di circa 2 milioni di euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le mani della 'ndrangheta sui fondi Ue: arrestato ex assessore della Regione Calabria

Today è in caricamento