rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Il caso

No vax finisce in rianimazione: "overdose" di vitamina D per prevenire il Covid

Il caso a Padova, dove i medici hanno dovuto sottoporlo a dialisi per ripulire il sangue e abbassare i livelli di calcio: aveva valori mille volte oltre la norma. "Evitate i trattamenti fa i da te", dicono dall'ospedale 

Pensava di riuscire a evitare il Covid imbottendosi di vitamina D ma si è ammalato ugualmente ed è anche anche finito in terapia intensiva per "overdose". Protagonista di questa assurda vicenda è un cinquantenne padovano, no vax convinto e tuttora mai pentito, ricoverato all'ospedale Sant'Antonio di Padova. I sanitari guidati dal professor Lorenzo Calò, direttore della Nefrologia 2, gli hanno salvato la vita dopo essere finito in insufficienza renale.

Dopo aver contratto il coronavirus, l'uomo è stato portato nel reparto di malattie infettive. Dagli esami clinici è risultato però che l'uomo aveva in corso un'intossicazione da calcio dovuta all'assunzione eccessiva di vitamina D, con valori mille volte oltre la norma. Il cinquantenne infatti era arrivato ad autosomministrarsi circa 200mila unità di vitamina D al giorno, rispetto alla dose generalmente prescritta di 100mila ogni 14 giorni nei pazienti che necessitano di quella sostanza. Le sue condizioni sono ben presto precipitate e l'uomo è stato trasferito in terapia intensiva per essere sottoposto a dialisi, per ripulire il sangue e abbassare i livelli di calcio. La terapia ha funzionato e l'uomo è ha lasciato il reparto di rianimazione, ma le sue condizioni preoccupano ancora i medici. Il paziente è ancora costantemente monitorato.

Dall'ospedale fanno sapere che, nonostante l'accaduto, il no vax sarebbe ancora convinto delle sue scelte. "Il messaggio più importante è quello di evitare il trattamento fai da te – dicono – Questo vale per tutti, bisogna chiedere sempre delucidazioni a un sanitario. Errori grossolani come questo vanno evitati. La vitamina D fa bene per tante cose ma come tutte le sostanze se utilizzate in eccesso provoca un'intossicazione con conseguenze dannose".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No vax finisce in rianimazione: "overdose" di vitamina D per prevenire il Covid

Today è in caricamento