rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Il piano / Roma

Carne marcia all'ambasciatore di Israele: indagato dipendente del ministero

Un uomo ha provato a inviare carne putrefatta in dei pacchi da tre uffici postali diversi per farli arrivare all'ambasciata israeliana a Roma: cosa è successo

Un uomo voleva spedire tre pacchi con carne putrefatta all'ambasciatore d'Israele a Roma, Alon Bar. Come riporta RomaToday, a spedire i tre plichi sarebbe stato un dipendente ministeriale vicino ad ambienti dell'estrema sinistra filo palestinese. L'uomo ha 51 anni ed è residente in provincia di Latina, a Sezze. La Digos ha perquisito la sua abitazione.

Tre pacchi da tre uffici postali diversi: il piano per far arrivare la carne marcia ad Alon Bar

L'uomo ha provato a spedire i tre pacchi tra febbraio e marzo quando: da diversi uffici postali del Lazio, uno a Roma, il 9 febbraio, uno a Terracina (Latina), il 15 febbraio e l’altro a Isola del Liri (Frosionone), il 14 marzo, sono stati inviati dei plichi con dentro carne putrefatta, indirizzati all'ambasciatore di Israele a Roma, Alon Bar.

Le indagini hanno consentito di focalizzare l‘attenzione sul 51enne che, secondo quanto ricostruito, avrebbe agito in tutte le occasioni segnalate, con le stesse modalità di esecuzione, da solo, con il plico già confezionato, indossante gli stessi capi di vestiario e indicando sui colli postali mittenti inesistenti.

Il 51enne è un dipendente a tempo indeterminato presso il ministero della Istruzione, già noto per la sua appartenenza ad ambienti della estrema sinistra filopalestinese. La Digos ha trovato e sequestrato gli indumenti presumibilmente indossati durante le spedizioni dei pacchi e altri elementi ritenuti utili alla ricostruzione della vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carne marcia all'ambasciatore di Israele: indagato dipendente del ministero

Today è in caricamento