rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
La vicenda / Roma

Ragazza violentata e frustata durante le sedute: condannato psichiatra di 72 anni

Il professionista avrebbe abusato di una 27enne impiegando anche bende, lacci e antidolorifici

È stato condannato in primo grado a quattro anni e mezzo di reclusione con l'accusa di aver abusato di una sua paziente di 27 anni, approfittando anche della fragilità psicologica della ragazza. Questa la pena inflitta a uno psichiatra di 72 anni, piuttosto conosciuto a Roma, che avrebbe violentato la giovane instaurando con lei "un legame di dipendenza e soggezione" e abusando della sua "condizione di inferiorità psichica".  L'uomo, come riporta 'Repubblica', ha scelto il rito abbreviato. Non si al momento se presenterà ricorso in Appello. 

I fatti. 

Lo psichiatra avrebbe sottoposto la ragazza ad abusi ripetuti, in media uno al mese, per quasi un anno. La famiglia l'avrebbe portata da lui nella convinzione che potesse aiutarla, ma secondo l'accusa il 72enne avrebbe trasformato quelle sedute in incontri sessuali estremi, facendo leva sulle fragilità della ragazza. Un incubo durato lunghi mesi, fino a quando la 27enne non ha deciso denunciare tutto e raccontare agli inquirenti quanto accaduto. Nel corso degli incontri, lo psichiatra avrebbe preteso rapporti estremi, utilizzando fruste per legare la giovane. Si sarebbe spinto anche a usare pinze, bende, fino a gettarle addosso della cera calda e iniettarle degli antidolorifici.   

La sentenza di primo grado prevede per lo psichiatra anche una provvisionale di 40 mila euro e "l'interdizione perpetua da qualsiasi ufficio attinente alla tutela, alla curatela e all'amministrazione di sostegno, la sospensione dell'esercizio della professione medica, nonché dai pubblici uffici per cinque anni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza violentata e frustata durante le sedute: condannato psichiatra di 72 anni

Today è in caricamento