Domenica, 13 Giugno 2021
Frosinone

Si rifiutano di pagare il conto e nel ristorante scoppia la rissa: calci, pugni e bicchieri rotti. Un arresto e due feriti

I fatti a Isola del Liri, nel Frusinate. Uno dei clienti è finito in manette. Il sindaco: "Solidarietà ai titolari, nessuno può pensare di portare scompiglio e violenza nella nostra città"

Pugni, calci, schiaffi e piatti e bicchieri finiti in frantumi. Un vero e proprio putiferio quello scoppiato all'interno di un ristorante di Isola del Liri, incantevole borgo in provincia di Frosinone, dove una persona è stata arrestata e altre due sono rimaste ferite in seguito ad una rissa. Secondo una prima ricostruzione, tutto è iniziato quando un gruppo di persone ha contestato al titolare, un giovane di Pontecorvo, il costo a loro dire esagerato di cibo e vino rifiutandosi di pagare. Ne è nata un'accesa discussione che in brevissimo tempo è degenerata e che ha visto coinvolte diverse persone, tra cui anche delle donne.

Isola del Liri, rissa al ristorante: un arresto e due feriti

Nel centro di Isola del Liri, ai piedi della cascata, riecheggiavano grida disumane. Con non poca difficoltà Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Polizia Locale sono riusciti a placare gli animi. Per la rissa è stato arrestato un uomo di etnia rom che a quanto pare aveva scelto il ristorante per mangiare insieme alla famiglia. Il locale era stato inaugurato solo di recente. Ora il titolare dovrà fare il conto dei danni che potrebbero ammontare a molte migliaia di euro.

Sul caso è intervenuto Massimiliano Quadrini, sindaco del borgo famoso in tutto il Lazio per la sua cascata, il quale ha fatto sapere che le forze dell'ordine stano visionando "il materiale delle videocamere di sicurezza installate dal Comune, che già in altre occasioni hanno reso possibile interventi concreti ed efficaci di individuazione e punizione di responsabili di reati". 

"Desidero esprimere la vicinanza mia e di tutta la città ai titolari dell'esercizio commerciale - ha aggiunto Quadrini -, colpiti mentre si dedicavano alla loro attività lavorativa, per motivazioni che appaiono ingiustificabili e inaccettabili. Saremo sempre vicini a tutti gli operatori e a tutti i cittadini, salvaguardando e aumentando il livello di sicurezza della nostra città, anche con la prossima installazione di ulteriori impianti di video sorveglianza, grazie a un finanziamento recentemente ottenuto. Nessuno può pensare di portare scompiglio e violenza nella nostra città, e l’intervento di oggi dimostra la vigilanza e la capacità di intervento delle forze chiamate a garantire la tranquillità di tutti e la piena libertà di commercio e di impresa. Su tutto questo garantiamo che non sarà mai abbassato il livello di attenzione e di guardia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rifiutano di pagare il conto e nel ristorante scoppia la rissa: calci, pugni e bicchieri rotti. Un arresto e due feriti

Today è in caricamento