rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
ROMA

Esponente del clan Spada all'anteprima del film sulla mafia: 'scandalo' a Roma

Francesco Spada si fa fotografare con Claudio Amendola e Piefrancesco Favino. La denuncia del senatore Esposito: "Solo a Ostia possono succedere certe cose". L'attore: "Non sapevo nulla della foto"

"Solo a Ostia può succedere una cosa del genere". E' il commento amaro del senatore del Pd, Stefano Esposito, nel denunciare l'ennesima ostentazione di potere della mafia romana.

Siamo (appunto) a Ostia, alla presentazione del film Suburra. Tra volti noti e curiosi c'è anche lui, Francesco Spada, esponente dell'omonimo clan di Ostia che è riuscito anche a scattarsi un paio di foto con Claudio Amendola e Piefrancesco Favino.

"Può accadere solo a Ostia che il boss del più potente clan malavitoso del litorale vada alla presentazione del film su se stesso e si faccia fotografare con gli attori", denuncia il senatore. Tratto dall’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, il film ritrae infatti il mondo della criminalità romana nel novembre del 2011, una settimana prima della caduta del governo.

Questo il messaggio che il senatore ha pubblicato sul suo blog: 

"Mi preme informare gli attori Amendola e Favino, persone serie e perbene, che tra le tante foto scattate ad Ostia, durante la presentazione del film Suburra, ne hanno una che li ritrae insieme a Francesco Spada, appartenente ad uno dei clan più potenti del litorale. La foto, peraltro, è stata scattata dalla sorella di 'Romoletto', Carmine Spada, capoclan dell’omonima famiglia, attualmente in carcere per estorsione con l’aggravante del metodo mafioso".

"Da quando ho messo piede a Ostia ho capito che nulla è come appare e solo lì può succedere che un appartenente ad un noto clan malavitoso vada a vedere un film su se stesso, Suburra, facendosi fotografare, felice e sorridente, insieme agli attori protagonisti. Mi dispiace per gli Amendola e Favino che, ovviamente, non potevano sapere chi fosse quel personaggio accanto a loro. Spada, invece, avrà capito che il film parla di loro e dei cugini Casamonica?". 

LO STUPORE DI FAVINO - "Non sapevo nulla di questa foto. Ma in occasione delle presentazioni ci sono sempre tante persone intorno ed anche ad Ostia è stato così". E' il commento dell'attore Pierfrancesco Favino, protagonista insieme a Claudio Amendola del film ispirato alle vicenda di Mafia Capitale. "Tante persone che non sai chi sono - aggiunge - oltretutto c'erano anche molte persone della sicurezza, ma nessuno ci ha avvisati... Io non se sapevo nulla, lo apprendo ora".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esponente del clan Spada all'anteprima del film sulla mafia: 'scandalo' a Roma

Today è in caricamento