rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
La ricostruzione

Manager stuprata in un bar: la violenza ripresa col telefono

Nei guai tre uomini tra i 23 e i 27 anni, tutti accusati di violenza sessuale di gruppo

Prima la serata in un locale sui Navigli e i drink. Poi i ricordi annebbiati, il risveglio a casa sua e la corsa al centro antiviolenza della Mangiagalli. Infine la querela. La procura di Milano ha chiuso le indagini nei confronti di tre uomini tra i 23 e i 27 anni, due dei quali titolari del locale che lo scorso 21 marzo avrebbero violentato una giovane manager che aveva trascorso la serata proprio in quel bar. Sono tutti accusati di violenza sessuale di gruppo.

Secondo quanto ricostruito nelle carte dell'inchiesta, condotta dai carabinieri e coordinata dal pm Alessia Menegazzo, la vittima si era recata nel locale insieme ad un collega e avrebbe bevuto molto. I tre indagati avrebbero approfittato delle condizioni della giovane: l'avrebbero portata in una cantina non lontano dal locale e lì avrebbero abusato di lei. Parte delle presunte violenze, inoltre, sarebbero state anche riprese da uno smartphone; video che successivamente sarebbe stato diffuso.

La presunta vittima, stando alla denuncia, si sarebbe svegliata a casa sua senza ricordare quanto accaduto, ma accusando forti dolori. Era seguita una visita al centro antiviolenza della Mangiagalli che ha certificato il rapporto. Successivamente è scattata la denuncia.

Durante le indagini non sono state eseguite misure cautelari a carico dei tre che nelle prossime settimane dovranno affrontare l'udienza preliminare davanti al gip. Non solo, i tre sono accusati anche di aver usato una carta di credito portata via alla giovane.

Segui Today anche sul nuovo canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manager stuprata in un bar: la violenza ripresa col telefono

Today è in caricamento