rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Choc

Uccide il cane del figlio lanciandolo dalla finestra: a processo

Il tribunale ha deciso che l'uomo dovrà rispondere del reato di uccisione di animali

Lancia il cane del figlio 15enne dal balcone uccidendolo. “E’ solo un cane” aveva commentato quando si era visto arrivare la polizia a casa. Ora finirà a processo lui, un 47enne di Roma. Il fatto risale all’aprile del 2018 quando l’uomo, durante una lite in famiglia, ha deciso di punire il figlio e lo ha fatto prendendo di peso la sua cagnolina, alla quale ha fatto fare un volo di sette piani. Il cane è morto sul colpo. Il fatto però aveva attirato i vicini di casa, choccati per quanto accaduto. Nel giro di poco sono arrivati i poliziotti, di fronte ai quali l’uomo ha anche reagito con violenza, indispettito da “tutta questa pagliacciata per un cane”. Così, di fronte alla divise, non solo ha opposto resistenza, ma aveva anche preso a calci l’auto volante.

Il tribunale ha deciso che l'uomo sarà processato e dovrà rispondere del reato di uccisione di animali di fronte al giudice monocratico. L’indagato, secondo l'accusa, ha ucciso l'animale "con crudeltà e senza necessità, lanciando l’animale dal balcone”. Intanto è già arrivata la condanna a 1 anno e 8 mesi per danneggiamento, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide il cane del figlio lanciandolo dalla finestra: a processo

Today è in caricamento