Venerdì, 26 Febbraio 2021
Carbonia-Iglesias

William Tani e Giuliano Milanovic: i due amici scomparsi e inghiottiti dal buio più totale

Chiesto il rinvio a giudizio per un tabaccaio di Carbonia, Gianluca Casula, che dopo la scomparsa, che risale al 2007, dei due si era trasferito a vivere all'estero, in Germania

Il processo darà risposte, almeno alcune. Fare piena luce su cosa accadde in quel giorno d'inverno di 13 anni e mezzo fa è doveroso. E' fissata per il 26 novembre la discussione del processo in abbreviato per il presunto duplice omicidio di William Tani e Giuliano Milanovic, scomparsi dal Sulcis l'11 febbraio 2007, dopo essersi allontanati da un campo nomadi dove viveva uno dei due.

William Tani e Giuliano Milanovic scomparsi nel nulla

Sospettato per quel duplice delitto è un tabaccaio di Carbonia, Gianluca Casula, che dopo la scomparsa dei due amici si era trasferito a vivere in Germania. Oggi l'imputato è comparso con i suoi avvocati Gianluca e Marco Aste davanti al Gup del Tribunale di Cagliari, Giorgio Altieri, formalizzando la richiesta di essere processato con il rito abbreviato. Si sono anche costituiti in giudizio come parti civili i familiari dei due scomparsi con i legali Marco Bacchis, Alessandra Corrias e Alessandra Ferrara. Le indagini del sostituto procuratore Danilo Tronci erano durate a lungo con deleghe sia al Commissariato di Carbonia che alla Squadra Mobile: è stato molto complesso trovare il bandolo della matassa. Il pm aveva ipotizzato che i due giovani fossero stati uccisi da un presunto gruppo di persone del quale avrebbe fatto parte anche Casula, per questo ha chiesto il rinvio a giudizio per lui con l'ipotesi di omicidio e distruzione di cadavere

La scomparsa in una domenica del 2007

Quell'11 febbraio 2007, una domenica come tante, nel campo Rom di Carbonia, nei pressi di Sirai, arriva William Tani con un pacco di cozze da mettere in pentola per una spaghettata collettiva. Si mangia, si scherza, nulla lascia pensare che stia per iniziare un incubo senza fine. Dopo aver mangiato, i due amici se ne andarono a metà pomeriggio dal campo nomadi di Sirai, a Carbonia. E vennero inghiottiti dal buio più totale. William Tani aveva 35 anni, viveva a Iglesias con la madre ed era legato a Giuliano Milanovic, che aveva moglie e 5 figli, da profonda amicizia.

Dissero di avere un appuntamento e vi si recarono a bordo di una Mercedes classe E. L'allarme scattò quando il giorno dopo i parenti di Milanovic andarono a denunciarne la scomparsa. L'indomani la Mercedes venne ritrovata parcheggiata in una piazzola lungo una strada di penetrazione agraria, vicino a San Giovanni Suergiu, in località Cortiois. Il lavoro della polizia scientifica sulla vettura non portò a nulla. 

Forse furono indotti a scendere, convinti a chiudere a chiave l'auto e a salire in un altro mezzo. A lungo gli agenti della polizia di stato che hanno seguito il caso non sono riusciti a trovare un indizio, formulare un'ipotesi sulla loro scomparsa. Luciana Sedda, mamma di William, per anni ha fatto appelli su appelli per avere risposte sulla sorte del figlio e dell'amico. Invano.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

William Tani e Giuliano Milanovic: i due amici scomparsi e inghiottiti dal buio più totale

Today è in caricamento