rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cucina

Birra artigianale, ecco perché costa tanto

Tasse, materie prime, ricerca, impianti. Ecco perché la birra artigianale costa quanto una bottiglia di Chianti

La craft beer – nome figo per la birra artigianale – ha costi molto più elevati della birra industriale. Per una buona birra artigianale, invece, si possono spendere anche 10 euro. Gli ingredienti possono sembrare gli stessi: acqua, luppolo, lievito e orzo. Ma nelle tasche – oltre che al palato – dei beer lovers la differenza si sente. Scopriamo cosa c’è dietro la differenza di prezzo tra le birre industriali e quelle artigianali.

Partiamo dalle materie prime:La qualità delle materie prime è fondamentale ed è il primo fattore che fa crescere il prezzo”. A parlare è Giovanni Campari, mastro birraio del Birrificio del Ducato. Lui di birra se ne intende, il birrificio parmense ha festeggiato qualche settimana fa i 10 anni di attività. Le bottiglie da 0,75 del birrificio di Parma in media si aggirano intorno ai 7 euro (nello spaccio locale) e sui 10 euro in località turistiche. “Per la produzione delle birre industriali – continua Campari – vengono impiegati riso, mais, succedanei del malto d’orzo. I birrifici artigianali, poi, si specializzano nelle aromatizzazioni”. Questo permette di rendere ogni birra differente e, inoltre, l’impiego del luppolo porta alla lievitazione dei costi: “Il luppolo adesso ha raggiunto prezzi dieci volte superiori a dieci anni fa ed è spesso d’importazione dagli Stati Uniti, altra ragione che spiega il costo della nostra birra”. Il costo del luppolo fresco si aggira attorno agli 30-40 euro al Kg.

CONTINUA A LEGGERE SU BRACIAMIANCORA.COM

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Birra artigianale, ecco perché costa tanto

Today è in caricamento