Domenica, 21 Luglio 2024
Il provvedimento

Decreto bollette: le soglie Isee per avere il bonus con gli sconti su luce e gas

Aiuti a famiglie e imprese, azzeramento degli oneri di sistema, Iva: cosa c'è nell'ultimo provvedimento approvato dal Consiglio dei ministri

Il Consiglio dei ministri di martedì 27 giugno ha dato il via libera a un nuovo decreto legge per fronteggiare il caro bollette. Sono diverse le misure adottate contro i rincari del settore energetico, a sostegno soprattutto delle famiglie bisognose. In primis, all'interno del provvedimento viene confermata per il terzo trimestre 1° luglio-30 settembre 2023 la riduzione dell'Iva al 5% sulle somministrazioni di gas metano per gli usi civili e industriali. Sono stati prorogati anche l'azzeramento degli oneri di sistema per il settore del gas e l'aliquota Iva ridotta al 5% per il teleriscaldamento e per l'energia prodotta con il gas metano.

Le soglie Isee per avere gli sconti sulle bollette di luce e gas

A sostegno delle famiglie meno abbienti, con un Isee fino a 15mila euro, è stato prorogato dal 1° luglio al 30 settembre 2023 anche il bonus sociale rafforzato per gli sconti sulle bollette di luce e gas. È stata poi confermata fino al 31 dicembre 2023 la soglia Isee per l'accesso al bonus sociale da parte delle famiglie numerose (con almeno 4 figli), che dal 1° aprile scorso è passata da 20 a 30mila euro. Per queste misure sono stati stanziati complessivamente circa 800 milioni di euro. Ricordiamo che dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali elettrico, gas e acqua per disagio economico sono riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto. Per attivare il procedimento per il riconoscimento automatico dei bonus sociali, agli aventi diritto è necessario e sufficiente presentare la dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) ogni anno e ottenere un'attestazione di Isee entro la soglia di accesso ai bonus.

Gli effetti pratici sulle bollette

I risultati di questa proroga degli aiuti dovrebbero vedersi già oggi, quando Arera (autorità di regolazione per energia reti e ambiente) renderà noto l'aggiornamento trimestrale delle tariffe dell'elettricità sul mercato tutelato (un terzo degli utenti, gli altri sono sul mercato libero). Il presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli, prevede che la bolletta della luce sul mercato protetto rimarrà quasi uguale. La variazione possibile potrebbe essere fra -0,5% e +1%. La bolletta del gas invece dovrebbe scendere del 2%. Per fissare le tariffe, Arera terrà conto della proroga degli aiuti decisa dal governo. E anche le società energetiche che operano sul mercato libero si muoveranno di conseguenza. Ma gli aiuti pubblici, avverte Tabarelli, "prima o poi dovranno essere eliminati". La crisi energetica non è finita. "Se l'inverno sarà freddo e la fornitura di metano dalla Russia mancherà del tutto, il prezzo del gas potrebbe salire, pur rimanendo sotto i cento euro. E anche l'elettricità salirebbe", evidenzia Tabarelli.

Il ministro dell'ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, ha detto che con il decreto bollette "il governo prosegue con coerenza il sostegno a cittadini e imprese nella difficile congiuntura energetica. La proroga al terzo trimestre del bonus sociale per i clienti in difficoltà economica, l'Iva al 5% sul metano per usi civili e industriali e l'azzeramento degli oneri generali per il settore gas sono segnali importanti".

È invece lapidario il commento di Marco Vignola, responsabile del settore energia dell'Unione nazionale consumatori: "Nessun miglioramento per le famiglie". "Così si evita solo l'ulteriore peggioramento di togliere a partire da luglio l'Iva ridotta sul gas al 5%, mentre per l'azzeramento degli oneri si tratta solo di uno slogan, una misura priva di veri effetti - spiega -. A contare era lo sconto di 31,24 centesimi a metro cubo sulla componente UG2 degli oneri di sistema, ormai tolto, con una stangata per una famiglia tipo pari a 459 euro su base annua".

Più positivo, invece, il commento di Assoutenti: "Bene aiutare le famiglie bisognose attraverso la proroga del bonus sociale, e ottima l'estensione fino a settembre del taglio dell'Iva sul gas e dell'azzeramento degli oneri generali di sistema. Il governo deve però dimostrare maggiore coraggio, intervenendo sui prezzi al dettaglio che in alcuni settori come gli alimentari continuano a crescere a ritmo sostenuto, incentivando accordi tra produttori, commercianti e grande distribuzione organizzata", ha dichiarato il presidente Furio Truzzi.

Continua a leggere su Today...
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto bollette: le soglie Isee per avere il bonus con gli sconti su luce e gas
Today è in caricamento