Aumenti per pensionati e incapienti: riforma fiscale, il governo prepara la "fase due"

Dopo il taglio del cuneo fiscale la maggioranza punta a rivedere gli scaglioni Irpef. Benefici anche per pensionati a basso reddito e lavoratori incapienti (questi ultimi potrebbero ricevere un bonus). L'orizzonte però è lontano (si parla del 2021) e le coperture restano un rebus

Foto di repertorio. ANSA

Il taglio del cuneo fiscale e l’ampliamento del bonus Renzi sono solo il primo passo di una profonda revisione del sistema fiscale. È questo il refrain ripetuto in queste ore da molti esponenti della maggioranza, sia del Pd che dei 5 Stelle. La maggioranza punta in particolar modo ad una revisione degli scaglioni Irpef, una riforma definita addirittura "storica" dal vice ministro dell’Economia Laura Castelli (M5s) che però "richiede più tempo".

Da qui la decisione di continuare ad usare, almeno fino all’anno prossimo, lo "strumento che abbiamo ereditato: quello del bonus". Il decreto sul taglio del cuneo fiscale prevede infatti che il beneficio sarà erogato sotto forma di detrazione solo per i redditi superiori ai 28mila euro. Tutti gli altri, parliamo dei redditi sotto i 28mila euro, continueranno a ricevere il bonus Renzi, la cui platea è stata allargata e il cui importo sarà da luglio pari a 100 euro.

Secondo Laura Castelli, la "riforma strutturale dell’IRPEF" vedrà "ancora una riduzione delle tasse con una concentrazione particolare sui pensionati, sugli incapienti e sul ceto medio".

Laura Castelli taglio cuneo fiscale-2

Un bonus a pensionati e incapienti?

Per quanto riguarda gli incapienti per ovvie ragioni non si potrà intervenire con la leva fiscale. Il governo pensa dunque ad un assegno, un altro bonus, da destinare ai soggetti a basso reddito che rientrano nella no tax area. Ne aveva già parlato il viceministro del Tesoro Antonio Misiani. Il taglio delle tasse ai pensionati è invece una novità delle ultime ore. Cesare Damiano, dirigente del partito democratico, ha spiegato che la riforma dell’Irpef  ''sarà l'occasione per includere nei benefici monetari anche gli incapienti (i lavoratori che hanno un reddito compreso entro il tetto degli 8.200 euro annuì) e i pensionati a basso reddito, fin qui esclusi dai benefici. Una soluzione semplice ed efficace ci sarebbe: estendere e migliorare la tredicesima per i pensionati e istituirla per gli incapienti. Sarebbe un bel segnale di giustizia sociale''.

I conti non tornano

Un piano concreto o un annuncio destinato a rimanere lettera morta? Le coperture per ora restano un rebus: per il taglio del cuneo fiscale il governo ha stanziato 3 miliardi per il 2020 e 5 per il 2021. Per dare un bonus a pensionati e incapienti e varare una riforma "strutturale" dell’Irpef servirebbero però altre risorse, finora non quantificate. A ciò si aggiunga anche l’assegno unico per le famiglie, altra novità annunciata dal governo che dovrebbe debuttare nel 2021. I conti rischiano di non tornare specie se pensiamo che nel 2021 il Governo dovrà trovare altri 20,1 miliardi di euro per sterilizzare clausole di salvaguardia e che nel 2022 di miliardi ne serviranno 27.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bonus in busta paga e riforma dell'Irpef: chi rischia la beffa

C'è un altro problema. Dando la precedenza a redditi medi, pensionati e incapienti, il governo rischia di scontentare i lavoratori beneficiari del bonus Renzi che con il decreto sul taglio del cuneo fiscale vedranno le loro buste paga aumentare di appena 20 euro. Tutto dipenderà da come verrà disegnata la riforma dell'Irpef. 

Taglio del cuneo e bonus fiscale di cento euro, cosa cambia da luglio | Tabella

Fascia di reddito Beneficio fiscale
Da 8.200 a 28mila euro lordi 100 euro sotto forma di bonus (per chi già percepisce il bonus Renzi in misura piena il beneficio sarà di 20 euro)
Da 28.000 a 40mila  Detrazione fiscale di 100 euro che decresce fino ad arrivare al valore di 80 euro in corrispondenza di un reddito di 35mila euro per poi azzerarsi a 40mila.  

Il bonus di 80 euro sale a 100 euro, via libera al taglio del cuneo fiscale

Stipendi, ecco dove si guadagna di meno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gf Vip, De Blanck: "Alba Parietti una stronza". Il figlio dà ragione e lei chiama in diretta

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 19 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi giovedì 17 settembre 2020: numeri e quote

  • Polemica a Tale e Quale, Carmen Russo nei panni di Stefania Rotolo ma la figlia non apprezza

  • Il cittadino insospettabile che masturbava ragazzini in cambio di scarpe e spinelli

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di martedì 22 settembre 2020: numeri e quote

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento